Apprendiamo con sgomento quanto espresso dal Sindaco di Pontinvrea Matteo Camiciottoli sui fatti di Rimini che scrive: «Diamogli i domiciliari a casa della Boldrini magari gli mette il sorriso».

Savona, 4 settembre 2017

logo pdCi associamo alla condanna senza appello di quei fatti esecrabili degli stupri di Rimini, come peraltro hanno prontamente fatto la Regione Emilia-Romagna ed il Comune di Rimini annunciando l'intenzione di costituirsi parte civile al processo, ma non possiamo tacere l'imbarbarimento istituzionale da parte di chi le istituzioni dovrebbe rappresentarle. Spiace davvero sentire accostata la comunità di Pontinvrea alle inqualificabili frasi pronunciate dal proprio Sindaco, che dovrebbe rappresentare tutti i cittadini e l'istituzione, avendo giurato sulla Costituzione Repubblicana all'atto dell'insediamento, con tutto ciò che ne consegue. Se Camiciottoli desidera farsi (improbabile) pubblicità politica, si dimetta da Sindaco e cessi di calpestare le istituzioni con bieca propaganda.

Matteo Renzi alla Festa dell'Unità di Genova

renziIl Segretario nazionale del Partito Democratico ha accettato l'invito del PD Genova e sarà alla Festa dell'Unità di Genova martedì 5 settembre alle ore 19.00

Benifei: "Toti e Mai utilizzino i fondi del Piano di Sviluppo Rurale. Sono soldi già destinati alla Liguria"

La Spezia, 30 agosto 2017

Benifei"Condivido totalmente l'allarme del Gruppo Regionale PD sul mancato utilizzo dei fondi europei del Piano di Sviluppo Rurale da parte della Regione. Alla Liguria sono stati assegnati 19 milioni di euro da utilizzare entro il 2018 e a giugno ne erano stati utilizzati meno del 3%, collocandoci così al penultimo posto tra le regioni italiane per la capacità di utilizzo di questi fondi. Si tratta di un fatto gravissimo perché andare avanti così significa perdere il finanziamento generale, cioè soldi che l'Europa ha destinato all'economia rurale ligure e che gli operatori rischiano di non vedere per l'incapacità di programmazione e di investimento di questa giunta regionale. Per chiarirci: sono soldi già a disposizione che non vengono utilizzati. 

 

Anna Giacobbe: "Legge per il contrasto alla povertà, ora c’è anche il decreto attuativo: si parte"

Il Governo ha accolto tutte le “condizioni” poste dalle commissioni parlamentari

Roma, 29 agosto 2017

povertà -1440x960La nuova legge contro la povertà, con i provvedimenti che permettono di attuarla concretamente, approvati definitivamente oggi, dopo il passaggio in Parlamento, crea un sistema permanente di sostegno alle persone povere, che arriverà via via, senza bisogno di altre leggi, ad un numero crescente di famiglie, man mano che altre risorse saranno messe a disposizione: dovremo farlo già con la prossima legge di Bilancio. Ma si comincia.

Si comincia da circa un milione e settecentomila persone (un terzo di coloro che si trovano in condizioni di povertà, secondo i dati che ci fornisce l'ISTAT), un milione di bambini e bambine; quasi due miliardi di euro; un sistema che garantirà un contributo economico e dei servizi per aiutare le persone in condizione di povertà. Trecento euro al mese per due persone, quattrocentosessanta per quattro, ad esempio. E un sostegno concreto da parte dei servizi dei Comuni: un aiuto perché i figli possano andare a scuola, ad esempio, anzi che i figli frequentino la scuola dell'obbligo è una condizione per ricevere il contributo economico. Per ciascuna famiglia sarà costruito un "progetto personalizzato di attivazione e inclusione sociale e lavorativa".

Festa de l'Unità di Albenga

Da giovedì 31 agosto a sabato 2 settembre in piazza San Domenico

festa unità albengaE' tutto pronto per l'annuale Festa dell'Unità di Albenga, che si svolgerà nelle serate del 31 agosto, 1 e 2 settembre nella splendida cornice di piazza San Domenico.
Tanti i volontari impegnati per una manifestazione che, come ogni anno, prevede un programma ricco e variegato, dal buon cibo ai dibattiti e approfondimenti politici.
Per questi ultimi si parte giovedì 31 agosto, dove si parlerà di "Strategie di turismo per la Liguria. Coniugare le risorse con nuove idee" insieme a Luigi De Vincenzi, consigliere regionale gruppo PD, Angelo Berlangieri, Presidente Unione Provinciale Albergatori di Savona, Giorgio Cangiano, Sindaco di Albenga, Alberto Passino, assessore al turismo e cultura del Comune di Albenga e personalità della società civile e culturale della nostra città. Il dibattito sarà coordinato da Giacomo Vigliercio, segretario provinciale del PD e da Marisa Pastorino, responsabile delle politiche turistiche a livello provinciale.
Venerdì 1 settembre si parlerà invece di "Lotta allo spreco alimentare. Sfida culturale per una nuova solidarietà" con Franco Vazio, deputato albenganese del PD e vicepresidente della commissione giustizia della Camera, Carlo Scrivano, Direttore Unione Provinciale degli Albergatori di Savona, Enzo Canepa, Sindaco di Alassio e Maria Chiara Gadda, deputato PD, relatrice della Legge 166/2016 sulla riduzione e prevenzione degli sprechi alimentari e farmaceutici, oltre a personalità della società civile e religiosa albenganese. Il dibattito sarà coordinato da Emanuela Guerra, segretaria cittadina del PD.

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information