Al lavoro sulle nuove deleghe per una "Buona scuola"

Venerdì 5 febbraio alle ore 15,30 presso il Salone di rappresentanza di Palazzo Tursi in via Garibaldi 9 a Genova

incontro scuolaIncontro organizzato da UCIM, PD e Presidenza del Consiglio comunale di Genova su reclutamento e formazione dei docenti in raccordo con le Università, revisione esami primo ciclo ed esami di Stato, valutazione e certificazione delle competenze

Introducono:
Giorgio Guerello, presidente Consiglio comunale
Rossella Verri, vice presidente UCIIM, referente Forum PD Scuola

Intervengono:
Mara Carocci, deputata PD - Commissione Istruzione
Manuela Ghizzoni, deputata PD - Commissione Istruzione

Dibattito e proposte
Conclusioni: Rossella Verri

Scuola, incontro sulla riforma ad Arcola

Venerdì 27 novembre ore 17.30 al River Sporting Club di Arcola

banchi scuolaDopo 9 mesi di confronto, e oltre 2000 incontri aperti in tutto il Paese, è stata approvata una riforma che è tra tutte la più difficile e la più importante. Le polemiche forti e lo scontro aspro che hanno accompagnato l'iter di questo ddl non possono far perdere di vista il vero motivo per cui il Governo Renzi, dopo molti anni di tagli, ha deciso di investire 3 miliardi all’anno nella scuola, realizzando un Piano Straordinario di assunzioni.
Di questo e di molto altro si discuterà nell'incontro dibattito, organizzato dal coordinamento comunale Pd di Arcola, che si terrà  il 27 novembre dalle ore 17.30 presso il River Sporting Club.

Anna Giacobbe: "Scuola: non è ancora “buona”? Ma certo è proprio migliore"

Roma, 12 novembre 2015

giacobbe annaSono 222 gli insegnati che hanno ricevuto la comunicazioni di immissione in ruolo nelle scuole della provincia di Savona, la quota che spetta al nostro territorio delle 48.794 assunzioni a tempo indeterminato di docenti che andranno a potenziare l'organico delle scuole: 76 nella scuola primaria, 26 nella scuole secondaria di primo grado e 120 nelle scuole secondarie di secondo grado.
Si tratta del secondo atto, dopo le 50.000 assunzioni di settembre, che hanno consentito di sostituire persone andate in pensione. A loro si aggiungeranno, a partire dal prossimo anno scolastico, anche tutti quei docenti, e saranno più di 80.000, che risulteranno vincitori del concorso.
Abbiamo vissuto mesi di tensione, di sfiducia nel rapporto tra il mondo della scuola e le scelte del governo del parlamento.

Più di 48mila proposte di assunzioni per docenti, Sen. Albano: "Bello vedere la gioia dei neoassunti dopo tante polemiche su La Buona Scuola"

Roma, 11 novembre 2015

infograficaassunzioniscuolaIeri pomeriggio il MIUR ha inviato 48794 proposte di assunzione in fase C, 2000 docenti hanno accettato il nuovo incarico già entro un ora dall'invio, e moltissimi hanno trovato l'agognata stabilizzazione in ruolo vicino al loro luogo di residenza" afferma la senatrice ligure Donatella Albano del Partito Democratico, "per me è una grandissima soddisfazione se penso ai tanti precari che ho incontrato l'anno scorso, mentre partiva la campagna di ascolto per la redazione de La Buona Scuola, pieni di dubbi sulla realizzabilità di quanto stava promettendo il Governo e il Partito Democratico.

Buona Scuola ed educazione all'affettività

Roma, 16 luglio 2015

carocciCare e cari,

la Camera ha approvato in via definitiva il DDl la Buona Scuola. Con questa riforma si riafferma il ruolo della scuola nella società della conoscenza attraverso il pieno coinvolgimento della comunità scolastica nella definizione del piano dell'offerta formativa. Al centro ci sono l'autonomia, l'apertura delle scuole al territorio, l'apprendimento per competenze. L'obiettivo è quello di innalzare la qualità della didattica, di contrastare le disuguaglianze socio-culturali e territoriali, di dare risposte efficaci al fenomeno della dispersione scolastica. Si aprono per questo nuovi spazi alla progettualità ed alle scelte collegiali nella scuola.

Dopo anni di tagli questa è una riforma che investe sulla scuola e lo fa con uno stanziamento di 4 miliardi in due anni. E'una chiara scelta politica: investire sull'istruzione. Una riforma che parte dal più grande piano assunzionale degli ultimi anni: 100 mila insegnanti assunti quest'anno e 60 mila dal prossimo anno attraverso un concorso con il quale saranno valutate non certo le conoscenze, ampiamente riconosciute, ma le capacità didattiche e pedagogiche.

L'autonomia scolastica è lo spazio vitale entro il quale le scuole possano concretizzare piani che realmente, con risorse stabili, consentano di mettere in moto tutte le loro capacità di ricerca, sperimentazione, costruzione didattica e pedagogica.

Questo elemento però è stato colto da pochi: alcuni legittimamente concentrati sulle preoccupazioni derivanti dal piano assunzionale e altri attenti ad una fantomatica privatizzazione della scuola pubblica o ad un imminente attentato alla libertà di insegnamento. Per realizzare la scuola dell'autonomia si investono delle risorse: ogni scuola avrà a disposizione un organico aggiuntivo. Una scelta che, per la prima volta in assoluto, dà alle scuole la possibilità di utilizzare migliaia di docenti in più rispetto ai tradizionali organici, docenti che stabilmente potranno sostenere obiettivi formativi orientati a migliorare le competenze degli studenti, a favorire l'inclusione, a contrastare la dispersione. Così si sostengono la scuola pubblica e la libertà di insegnamento.

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information