Sì ai diritti che non c’erano. Il Senato approva le unioni civili

Roma, 25 febbraio 2016

ddl cirinna web“La giornata di oggi resterà nella cronaca di questa legislatura. E nella storia del nostro Paese”, commenta su Facebook Matteo Renzi.
“Abbiamo legato la permanenza in vita del Governo a una battaglia per i diritti, mettendo la fiducia. Non era accaduto prima, non è stato facile adesso. Ma era giusto farlo.
Leggo critiche, accuse, insulti.
Rispetto tutti e ciascuno, dal profondo del cuore.
Ma quel che conta è che stasera tanti cittadini italiani si sentiranno meno soli, più comunità. Ha vinto la speranza contro la paura. Ha vinto il coraggio contro la discriminazione. Ha vinto l’amore.
Se come minaccia qualcuno, io andrò a casa perché “colpevole” di aver ampliato i diritti senza aver fatto male a nessuno, lo farò a testa alta.
Perché oggi l’Italia è un Paese più forte. Perché oggi siamo tutti più forti”, conclude il premier.

Diritto alla reversibilità della pensione

Diritto all’eredità, compresa la legittima. Subentro dei contratti e diritto di accesso alle graduatorie delle case popolari

Diritto al mantenimento e agli alimenti, obbligo di assistenza morale e materiale

Diritto al congedo matrimoniale e agli assegni familiari

Diritto alla cura e alle decisioni sulla salute in caso di incapacità

Diritto di assumere il cognome di uno dei partner

Diritto di concordare l’indirizzo della vita familiare e di stabilire una residenza comune

 

Unioni civili e stepchild adoption. Una sfida per un paese civile da combattere con saggezza e responsabilità

Roma, 20 febbraio 2016

vazio francoIntervento di Franco Vazio, Vice Presidente Commissione Giustizia della Camera

Riconoscere le UNIONI CIVILI rappresenta un obiettivo per ogni Paese civile, moderno e democratico.
Nessuno vuole affermare che le unioni civili e la famiglia, come istituzione tutelata dalla Costituzione, siano la stessa cosa.
La legge in discussione in Parlamento colma un vuoto: afferma che due persone dello stesso sesso quando costituiscono un'unione civile acquisiscono gli stessi diritti e i medesimi doveri, si obbligano reciprocamente alla fedeltà, all'assistenza morale e materiale, si impegnano a contribuire ai bisogni comuni e alla coabitazione.
Alla costituzione di un'unione civile conseguono l'acquisizione dei diritti successori e dei diritti previdenziali oggi riservati solo ai coniugi.
La legge disciplina ed interviene anche in merito alla convivenza di fatto, con riguardo ai diritti fondamentali di assistenza; come ad esempio quelli garantiti al coniuge dal diritto penitenziario, nei casi di malattia o di morte, per ciò che attiene alla successione nel contratto di locazione, per l'assegnazione delle case popolari e per l'esercizio di un'impresa.

Fisco e immobili. Le novità della legge di Stabilità 2016

Sabato 27 febbraio alle ore 9.30 presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi iniziativa organizzata dal Gruppo PD in Comune a Genova

 

FISCOeIMMOBILI 27.02 lrCoordina: Cristina Lodi, Presidente Commissione Welfare - Comune di Genova

intervengono:
Marco Causi - Deputato, Commissione Finanze
Pippo Rossetti - Vice Presidente Consiglio Regionale
Alberto Pandolfo - Presidente Commissione Bilancio - Comune di Genova
Giorgio Pescetto - ex responsabile piano regolatore sociale comune di Genova
Valentina Pierobon - Presidente Associazionesindacale piccoli proprietari immobiliari Genova

Unioni Civili: Albano PD "Il M5S ha preferito i giochi di palazzo ai diritti dei cittadini"

Roma, 16 febbraio 2016

bandiera-rainbow-620x350"Poteva essere una giornata storica, e storica lo è stata, ma in un senso piccolo. Proprio piccolo. Perchè oggi il Movimento 5 Stelle ha gettato definitivamente la maschera e ha preferito i giochetti di palazzo ai diritti di migliaia di cittadini italiani, in attesa da anni che vengano rispettate le varie sentenze, tra cui quella della Corte Costituzionale e della Corte di Giustizia Europea" commenta la Senatrice Donatella Albano del Partito Democratico a proposito del rinvio del voto sul DDL Cirinnà sulle unioni civili e del rifiuto del gruppo pentastellato di votare il cosiddetto emendamento canguro del Sen. Andrea Marcucci, "che rappresentassero il conservatorismo peggiore e non il cambiamento lo avevamo già capito e per questo mi dispiace che abbiano illuso le centinaia di migliaia di elettori che li hanno votati. 

Pensioni di reversibilità: non c’è in corso un furto ai danni delle vedove

Ma quelle pensioni non sono un “regalo”, nessuno pensi di prendere da lì le risorse per interventi pure importanti, come il contrasto alla povertà.

Intervento dell'onorevole Anna Giacobbe

Roma, 17 febbraio 2016

anna giacobbe 2La discussione sulle pensioni di reversibilità di questi giorni è stata sollevata dall’uscita del disegno di legge delega del Governo sulla povertà.
Il disegno di legge è un testo importante, innovativo, non ancora risolutivo, certo; ma darà vita ad una vera politica di contrasto alla povertà, alla quale la Legge di Stabilità ha destinato risorse significative, anche se di necessità ancora insufficienti.
Quello stesso testo prevede una delega al governo per la “razionalizzazione delle prestazioni di natura assistenziale, nonché di altre prestazioni anche di natura previdenziale, sottoposte alla prova dei mezzi, (…) fatta eccezione per le prestazioni legate alla condizione di disabilità e di invalidità del beneficiario”, che riguarderà i trattamenti futuri.
Credo che il problema sia serio, ma che sia sbagliato usare i toni e gli argomenti che sono circolati in questi giorni.

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information