Primarie 2015, il verbale del Collegio regionale dei Garanti relativo all'annullamento del voto in tredici seggi

Genova, 19 gennaio 2015

primarie 2015In data 16 gennaio 2015, presso la sede regionale del PD in via Maragliano 3/5 - Genova, si è riunito alle ore 9,30 il Collegio Regionale dei Garanti costituito da: Fernanda Contri, presidente, Matteo Cosulich, Margherita Pantano, Giuliano Pennisi e Giulio Treccani.

Il Collegio dei Garanti, nel pieno rispetto del Regolamento per lo svolgimento delle elezioni primarie Liguria 2014, votato dai rappresentanti delle forze politiche del centrosinistra,

visto il proprio provvedimento datato 7 gennaio 2015,

procede alla disamina delle segnalazioni pervenute, dopo aver acquisito alcune memorie appena ricevute e ancora dopo aver consultato i verbali dei singoli seggi,

provvede ad esaminare i casi indicati e a decidere di conseguenza su ognuno di essi:

- Genova, seggio 4 - Voltri 2

Non essendo sufficienti gli elementi forniti per deliberare su eventuali violazioni, il Collegio dichiara il non luogo a provvedere.

- Genova, seggio 23 - Certosa

Considerato l’intervento dell’indagine delle forze dell’ordine e l’acquisizione da loro compiuta degli atti relativi al seggio, il Collegio dichiara allo stato il non luogo a provvedere.

- Genova, seggio 22 - Bolzaneto

Non risultando elementi di eventuali violazioni, anche dal verbale, il Collegio dichiara il non luogo a provvedere.

- Genova, seggio 9 – Pegli Lungomare

La segnalazione riguarda la posizione di un cartello elettorale poi rimosso. Non risultano gli estremi per provvedere.

- Genova, seggio 10 – Pegli Pallavicini

L’inconveniente lamentato non risulta dal verbale, il Collegio dichiara il non luogo a provvedere.

- Tigullio, seggio Lavagna

Risultano gravi segnalazioni di due elettrici, e in particolare di una, che parla di Euro versati a lei, prima dell’ingresso al seggio, ai fini del voto. Tutto quanto è contenuto nel verbale. Il Collegio, attesa la gravità di comportamenti non rispettosi della libertà di voto, decide di annullare il voto del seggio.

- Tigullio, seggio Moconesi

Viene segnalato, e risulta dal verbale, un pressante controllo del voto e l’interferenza di persone estranee al seggio, appartenenti a liste contrapposte al centrosinistra, che più volte invitate ad andarsene hanno – in un caso – espresso frasi volgari rimanendo a controllare, minacciando e intralciando la libera espressione del voto. Per questi motivi, il Collegio, anche in considerazione dell’articolo 10 – co. 4, del Regolamento, annulla il voto del seggio.

- La Spezia, seggio Beverino

Hanno votato soggetti contrari alla coalizione di centrosinistra e la segnalazione è confermata nel verbale. Il Collegio decide quindi di annullare il voto del seggio.

- Savona, seggio Albisola Superiore

La segnalazione riguarda il voto di nove soggetti dichiaratamente di centrodestra di cui risultano dal verbale i nomi, così come risulta, sempre dal verbale, che un’elettrice votando ha dichiarato di essere per il centrodestra. Il Collegio decide di annullare il voto del seggio.

- Savona, seggio Villapiana

Viene segnalato suggerimento di voto espresso e ripetuto all’interno del seggio in sede di votazione e la insistente richiesta di consegna ai votanti delle ricevute di versamento. Tutto risulta dal verbale. Il Collegio decide di annullare il voto del seggio.

- Savona, seggio Oltreletimbro/Santa Rita

Viene formulata segnalazione di nigeriani accompagnati da una donna al voto. Il Collegio ritiene che di per sé il fatto che emigrati o stranieri abbiano votato non solo non concretizza illecito, ma può essere considerato sintomo positivo di integrazione, purché il voto sia liberamente espresso (regola che vale sia per gli italiani che per gli immigrati). Diversamente opinando, si compirebbe una discriminazione intollerabile.

Nel caso, stante la genericità della segnalazione, e nulla risultando dal verbale, il Collegio decide il non luogo a provvedere.

- Savona, seggio Albenga

Viene segnalata l’anomalia dell’affluenza al voto e indicata in modo generico la circostanza del ritiro, fuori del seggio, delle ricevute senza ulteriori precisazioni. Nulla è contenuto nel verbale a proposito. Non risultano allo stato elementi sufficienti per procedere ad annullamento. Sono in ogni caso in corso accertamenti da parte dell’A.G.. Ciò premesso, il Collegio decide il non luogo a provvedere.

 

 

- Savona, seggio Pietraligure

Viene segnalata un’affluenza anomala: si parla del doppio di quella del Congresso nazionale del PD del 2013 (Bersani). Nulla risulta dal verbale. La fattispecie non è contraddistinta da elementi che possano dar luogo a provvedimento, il Collegio decide il non luogo a provvedere.

- Imperia, seggio Vallecrosia

In ordine alla gravità della segnalazione, non risultano allo stato elementi circostanziati e probanti sul fatto lamentato. Nulla dal verbale. Il Collegio decide il non luogo a provvedere.

- Imperia, seggio Badalucco

La segnalazione si riferisce alla presenza di venticinque schede nell’urna prima dell’ora prevista per l’apertura. In effetti risulta che il seggio è entrato in funzione, prima dell’ora fissata indicata per le 9.00 e in assenza dei rappresentanti di lista convocati per le ore 9.00. Dalla irregolarità della costituzione del seggio deriva l’annullamento del voto dello stesso che il Collegio delibera.

 

 

 

- Imperia, seggio Perinaldo

Emerge anche dal verbale che risultano non vidimate dodici schede tra quelle scrutinate in violazione delle regole poste a garanzia della regolarità del voto, vedi articolo 14 - co. 4 , del Regolamento. Ciò premesso, il Collegio decide l’annullamento del voto del seggio.

 

- La Spezia, seggio 8 – Spezia Centro

Sono state segnalate e risultano dal verbale diverse anomalie e in particolare: lo scatto di fotografie all’interno della cabina elettorale tanto da far sospendere per qualche tempo le operazioni di voto, l’accompagnamento di un interprete che spiegava a soggetti non italiani quello che dovevano fare e che provvedeva per loro a versare i due euro dovuti. Atteso l’intralcio e il condizionamento della libera espressione di voto, il Collegio decide l’annullamento del voto del seggio.

- Genova, seggio Mele

Sono segnalati in modo generico voti di candidati in lista avversa al Comune. Nulla risulta dal verbale. Il Collegio decide il non luogo a provvedere.

- Imperia, seggio Santo Stefano al Mare

Viene lamentata, attraverso una specifica dichiarazione di una scrutatrice, la presenza di un assessore comunale di Pompeiana che chiedeva ripetutamente, recandosi più volte presso il seggio, l’elenco dei votanti per verificare che tutte le persone da lui mandate a votare lo avessero fatto, aggiungendo che in caso contrario avrebbe dovutosaldare i conti e non voleva essere preso in giro”. Per l’attività inquietante segnalata, il disturbo del voto e la grave dichiarazione espressa, il Collegio decide di annullare il voto del seggio.

- Genova, seggio 27 – Fegino

L’episodio lamentato riguarda, dopo la chiusura del seggio, la gestione dei contributi versati. Non risulta pertanto la competenza del Collegio a deliberare.

- La Spezia, seggio 7 – piazza Brin

La segnalazione riguarda soltanto la presenza di molti elettori appartenenti alla comunità dominicana accompagnati da un interprete. Come già in precedenza il Collegio ritiene che questo tipo di segnalazione non implichi di per sé gli estremi di interferenza o turbativa sul voto e pertanto decide il non luogo a provvedere.

 

- La Spezia, seggio Pegazzano

La segnalazione riguarda soltanto la presenza di elettori della comunità albanese accompagnati. Come nel caso precedente il Collegio decide il non luogo a provvedere.

- Genova, seggio 32 – San Teodoro/Baracchetta

La segnalazione riguarda attività presunte compiute giorni prima del voto e fuori dal seggio, da noi non controllabili. Nulla risulta dal verbale, il Collegio decide il non luogo a provvedere.

 

- Genova, seggio 51 – Marassi Villa Piantelli

La segnalazione riguarda il voto di una persona che sarebbe coordinatore giovani di Ncd. Nulla risulta dal verbale, il Collegio decide il non luogo a provvedere.

 

- La Spezia, seggio Deiva Marina

Viene segnalato il voto di persone esponenti di lista di centrodestra. Il fatto è stato contestato e risulta dal verbale del seggio, così come risulta che da alcuni veniva data indicazione esplicita di voto all’interno del seggio. Il Collegio ritiene di dover annullare il voto del seggio, sia per l’ammissione al voto che per il tentativo di condizionamento dello stesso.

 

- La Spezia, seggio Sarzana, 48 – San Lazzaro

Risulta dal verbale di seggio che nell’urna sono state poste 72 schede non vidimate, considerate le norme del Regolamento poste a garanzia della regolarità del voto e in particolare l’articolo 10, ultimo comma e l’articolo 14, co. 4, decide l’annullamento del voto del seggio attesa la grave irregolarità.

- Savona, seggio Millesimo

Risulta, anche dal verbale, che sono state ammesse al voto sei persone che non hanno versato il contributo, non avendo quindi diritto al voto. Vista la violazione del disposto dell’articolo 6 del Regolamento, il Collegio decide l’annullamento del voto del seggio.

- Savona, seggio Lavagnola

Risulta anche dal verbale che alcuni votanti non hanno versato il contributo. Come nel caso precedente, attesa la violazione dell’articolo 6 del regolamento, il voto del seggio viene annullato.

- Savona, seggio Varazze

Non risultando sufficienti elementi di individuazione dei soggetti che non avrebbero avuto diritto al voto, il Collegio decide il non luogo a provvedere.

Alle ore 14.00, non essendo pervenute altre segnalazioni, il Collegio ritiene di dover chiudere i propri lavori, di redigere un comunicato riassuntivo e di impegnarsi alla stesura completa della sua decisione entro lunedì 19 p.v..

In data odierna il Collegio decide di rendere pubbliche le motivazioni oggi approvate e di lasciare tutta la documentazione esaminata presso la sede del PD, dove il Collegio si è riunito.

Decide di fare copia del verbale ai candidati e ai segretari regionali costituiti nel      Comitato Politico della coalizione.

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information