Partito Democratico e mafia incompatibili

Genova, 13 novembre 2010

da Il Corriere Mercantile del 13 novembre 2010

«Non c'è compatibilità tra Partito Democratico e odore di mafia, dimostriamolo ogni giorno»: è il monito rivolto ieri al Palazzo della Meridiana dal segretario del Pd ligure Lorenzo Basso, ai 600 delegati del partito riuniti per la prima conferenza programmatica Campi di regionale, "Stabilimenti". L'appello alla politica è stato accolto da un lungo applauso nel giorno in cui a Genova l'Antimafia ha confiscato beni per un milione di euro.

Il PD ligure si mobilita: "Fiaccolata per la legalità"

da Il Secolo XIX del 20 giugno 2010

GENOVA. La Liguria deve rispondere compatta all'aggressione della mafia, lasciando da parte bandiere e ideologie politiche per schierarsi al fianco di imprenditori e cittadini che, soprattutto nel Ponente, toccano quotidianamente con mano la presenza della criminalità organizzata.

Lo afferma il segretario regionale delPd, Lorenzo Basso, chiamando a raccolta tutte le forze sane della società civile.

«La crisi, che ha messo in ginocchio tante imprese, sta facilitando la penetrazione mafiosa e il riciclaggio di denaro sporco» sostiene Basso, facendo riferimento anche agli esiti delle indagini della magistratura. In questo clima, i democratici ritengono necessario «costruire un fronte comune per la legalità».

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information