Europa

Etichettatura dei prodotti alimentari, la battaglia di Renata Briano: “Il profilo nutrizionale è fuorviante, non si può considerare una bibita gassata più salutare dell'olio di oliva”

L'eurodeputata del Pd Briano ha votato oggi a Strasburgo un emendamento al programma REFIT contro l'etichettatura alimentare “a semaforo” che penalizza prodotti di qualità quali Parmigiano e olio d'oliva

Strasburgo, 12 aprile 2016

briano eu"Le bibite gassate, zuccherate e contenenti coloranti meglio dell'olio di oliva? No, non ci sto!". Ha le idee chiare l'eurodeputata del Pd Renata Briano nel valutare il regolamento europeo che dal 2006 promuove una forma di etichettatura contenente il "profilo nutrizionale" su alcune tipologie di prodotti alimentari.

"Si tratta di una normativa – ha spiegato l’europarlamentare ligure – che incoraggia la diffusione della cosiddetta "etichettatura a semaforo" esistente attualmente solo nel Regno Unito, la quale classifica gli alimenti attraverso dei bollini di colore rosso, giallo o verde a seconda del loro contenuto più o meno elevato di zucchero, grassi e sale".

"Una forma di etichettatura fuorviante – ha specificato Renata Briano –, in quanto finisce per penalizzare in particolar modo molti dei prodotti della dieta mediterranea, come ad esempio il Parmigiano o l’olio d’oliva, promuovendone indirettamente e paradossalmente altri come le bibite gassate e zuccherate, poco salutari anche per via dei coloranti in esse contenute. Il tutto trascurando invece l’importanza di una dieta varia ed equilibrata. Si rischiano distorsioni nella concorrenza e ripercussioni sulle esportazioni di molti Paesi come Italia e Francia".

L’Europarlamentare del Partito Democratico Benifei rinnova il suo impegno contro l’amianto

Strasburgo, 11 aprile 2016

Benifei“I dati resi noti in questi giorni sulle morti e sui tumori causati dall’amianto in Liguria mi spingono a rinnovare l’impegno che ho assunto nel combattere le tragiche conseguenze dell’esposizione all’asbesto: il dossier della sanità regionale sembra un bollettino di guerra, che ci spinge a correre ai ripari. Paghiamo un tributo inaccettabile a questo killer silenzioso che ha mietuto vittime anche nella mia città, La Spezia, con 231 decessi in 14 anni” dichiara l’Europarlamentare del Partito Democratico Brando Benifei, alla luce del rinnovato dibattito sul tema. “Già nel dicembre 2014 – spiega – ho firmato un’interrogazione scritta alla Commissione Europea che rilanciava la proposta del Parlamento Europeo espressa nella sua risoluzione del 2013 per dare il via ad un’azione congiunta dei 28 finalizzata a limitare i danni causati dall’amianto; viste le cifre di quella che non esito a definire emergenza, oggi continuo a sostenere con convinzione la necessità, a livello comunitario, di una mappatura dei siti che lo contengono e di un piano per la rimozione della della sostanza”. 

Crisi del settore lattiero-caseario in Liguria, Renata Briano porta il caso ligure all'attenzione della Commissione europea

Strasburgo, 12 aprile 2016

RenataBrianoDopo aver visto gli allevatori del genovesato in ginocchio e migliaia di litri di latte invenduti gettati a causa del mancato rinnovo dell'accordo con la multinazionale Lactalis - Parmalat, ho presentato subito un'interrogazione alla Commissione europea per chiedere un intervento a sostegno dei produttori e dei consumatori”. Così l'europarlamentare genovese del Pd Renata Briano sulla vicenda che in questi giorni ha causato un enorme danno al settore lattiero - caseario delle Valli Polcevera e Stura, nell'entroterra di Genova.
La multinazionale Lactalis - Parmalat non rispettando gli accordi che aveva preso con i produttori di latte del genovesato, ha interrotto senza preavviso l'acquisto dei loro prodotti per favorire l'approvvigionamento con latte proveniente dall'Est Europa e dalla Cina. Una scelta nel nome del mercato globalizzato che ha fortemente penalizzato l'economia fondata sulla tradizione e sull'elevata qualità delle Valli genovesi.

Medico italiano di origine palestinese bloccato all'aeroporto di Nizza, presentata interrogazione della Sen. Albano PD

Roma, 31 marzo 2016

donatella albano 3La Sen. Donatella Albano del Partito Democratico ha presentato un'interrogazione ai Ministri dell'Interno, degli Affari Esteri e alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per fare luce sulle motivazioni che hanno indotto la Polizia di Frontiera francese a bloccare presso l'aeroporto di Nizza il dottor Khalid Rawash, medico imperiese di origine palestinese, in servizio presso il carcere di Imperia, imbarcarlo su di un volo verso la città di provenienza, Tunisi, dove in medico si era recato per un convegno, e da lì, dopo una notte trascorsa in una cella di detenzione presso il locale aeroporto, permetterne il ritorno in patria con volo diretto verso Milano Malpensa.

L’europarlamentare Benifei consegna i diplomi Esabac agli studenti del Liceo “Mazzini” della Spezia

Bruxelles, 31 marzo 2016

Benifei Esabac 2Un vero e proprio passaporto per l’Europa e per andare oltre ogni barriera: questa mattina, presso il Liceo “Mazzini” della Spezia, sono stati consegnati agli studenti della classe 5G che hanno sostenuto gli esami di maturità nell’anno scolastico 2015/2016 i diplomi internazionali Esabac, riconosciuti sia in Italia che in Francia. Dopo un percorso curricolare complesso, che alle materie tradizionali ha affiancato corsi aggiuntivi nella lingua d’Oltralpe, per il secondo anno consecutivo gli alunni dell’istituto della dirigente Linda Raggio, unici nella provincia della Spezia, hanno tagliato questo lusinghiero traguardo, ottenuto anche grazie alla collaborazione con l’Alliance Française della Spezia, rappresentata dalla presidente Annalisa Tacoli. Ha raccolto con piacere l’invito a partecipare alla cerimonia l’europarlamentare Brando Benifei, che ha consegnato gli attestati nelle mani dei giovani e meritevoli concittadini: “L’Esabac rappresenta di fatto un tassello nella costruzione della cittadinanza europea e italiana: conoscere un’altra lingua ed un’altra cultura è fondamentale per capire il mondo e quello che ci circonda” ha sottolineato, riferendosi anche alla personale e positiva esperienza con il programma Erasmus.

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information