Europa

Benifei: "I diritti dei disabili sono diritti umani, stop all'utilizzo dei fondi europei senza accessibilità"

L'europarlamentare spezzino del PD con le consulte e le associazioni liguri della disabilità a Bruxelles

Bruxelles, 11 dicembre 2016

Benifei Bruxelles Disabilità 3Sono partiti da tutta la regione Liguria alla volta di Bruxelles per prendere parte all'iniziativa "Verso la piena implementazione in Europa della Convenzione ONU per i diritti dei disabili", organizzata al Parlamento Europeo dall'eurodeputato del Partito Democratico Brando Benifei, per promuovere sinergie e cooperazione sul tema dei diritti delle persone con disabilità.
La delegazione era composta, fra gli altri, dall'assessore alle Politiche Sociali del Comune della Spezia Mauro Bornia, dall'assessore ai Servizi Sociali del Comune di Sarzana Daniele Castagna, dal presidente della Consulta provinciale Imperiese per l'handicap e membro della Consulta ligure Francesco Fontana, oltre che da: Emanuele Arzá, presidente Ente Nazionale Sordi La Spezia, Alessandro Ludi e il figlio Lorenzo per la Fondazione Ha. Rea. Onlus La Spezia, Sergio Carlisi dell'Associazione Fadivi di Genova, Maurizio Cantamessa, Giacomo Linaro, Lucia Merione e Maria Tassano del consorzio Tassano di Casarza Ligure, Marco Catania, direttore del Centro Nucci Novi Ceppellini di Genova, Simone Torretta, direttore dell'istituto Chiossone di Genova, Giulio Carlini e Ornella Elisa Vaccaro, presidente e vicepresidente ASDO Savona. "Abbiamo voluto celebrare anche noi la Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità - commenta Benifei - attraverso un evento ideato per fare il punto sul rispetto dei diritti delle persone in Europa e soprattutto in Italia. I diritti delle persone disabili sono diritti umani, non interessi parziali da contemperare con esigenze di bilancio: per questo motivo, ogni euro che arriva dall'Unione Europea non può essere speso senza tenere di conto dell'obbligo legale dell'accessibilità, su questo dobbiamo fare fronte comune con tutti gli strumenti politici e legali a nostra disposizione".

L'eurodeputato Brando Benifei e la deputata Anna Ascani Ambasciatori in Italia del Piano Giovani del Partito Socialista Europeo - Iniziata la campagna da Genova

Genova, 20 novembre 2016

BenifeiLa segreteria nazionale del Partito Democratico guidata dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha nominato l'eurodeputato Brando Benifei e la deputata Anna Ascani come Ambasciatori in Italia del Piano Giovani del Partito Socialista Europeo. Si tratta di una campagna lanciata dai progressisti europei in tutta Europa, per sostenere nei prossimi mesi un impegno a tutti i livelli istituzionali su quattro pilastri, fondamentali per il futuro delle giovani generazioni: il supporto agli investimenti in cultura con un "assegno" per le spese culturali, simile al bonus cultura del governo italiano; un nuovo programma di mobilità per tutti modellato sull'Erasmus, ma allargato a tutti i percorsi di vita e lavoro a partire dagli apprendisti aziendali; un programma Garanzia Giovani rifinanziato e reso più efficiente; un insieme di misure per il contrasto alla povertà infantile e per assicurare l'accesso di tutti i bambini europei, anche quelli provenienti da famiglie indigenti, all'istruzione e alle cure sanitarie di massima qualità.
I due parlamentari indicati dai vertici del PD avranno il compito di far circolare le proposte, discuterle e arricchirle con incontri in tutto il territorio nazionale, sostenuti da una distribuzione di materiali informativi in piazza iniziata alcuni giorni fa in alcune grandi città italiane, fra cui Genova, e che continuerà nei prossimi mesi.

L'on. Benifei all'incontro "Solidarietà, amicizia e collaborazione tra i popoli: per il rilancio dell'idea europea" a Monterosso al Mare. Sostegno pieno ai gemellaggi

Monterosso al Mare, 24 ottobre 2016

Benifei Monterosso 2Si è tenuto nella sala consiliare del Comune di Monterosso al Mare l'incontro "Solidarietà, amicizia e collaborazione tra i popoli: per il rilancio dell'idea europea", a cui hanno preso parte l'europarlamentare ligure Brando Benifei e i sindaci di Monterosso Emanuele Moggia, di St. Genès –Champanelle Roger Gardes e di Carpineti Tiziano Borghi. I tre municipi sono gemellati fra di loro, insieme al Comune tedesco di Kallmünz, e hanno messo a confronto le loro esperienze nel segno di un legame dai significati e dalle implicazioni molteplici, come ha sottolineato lo stesso Benifei: "I gemellaggi sono un mezzo fondamentale per rafforzare i legami e l'identità europea – ha dichiarato a margine dell'evento - , non solo dal punto di vista delle istituzioni, ma anche sul fronte culturale e sociale; il confronto, lo scambio di esperienze e di buone pratiche permette alle istituzioni gemellate di avere nuove idee per migliorare la gestione del territorio e della cosa pubblica. L'Europa non cade dal cielo come diceva Altiero Spinelli e per questo può crescere solo se dal basso i cittadini vengono coinvolti, per esempio semplificando le procedure per utilizzare i fondi europei, questione di cui abbiamo discusso e su cui mi sto impegnando in prima persona in questo momento in cui si sta discutendo in Parlamento Europeo del bilancio dell'Unione".

Benifei su assoluzione Paita: "Sono contento per lei, per la sua famiglia ma anche per la politica ligure"

Bruxelles, 21 ottobre 2016

Benifei"Sul piano politico con Raffaella Paita ci sono state divergenze di vedute in varie occasioni, così come accade sempre fra chi fa politica mosso dalle proprie idee e con passione, ma oggi con sincerità voglio esprimere una assoluta soddisfazione umana e politica per la sua assoluzione. Si chiude una vicenda che ha agitato troppi clamori e livori.
Sono contento per lei, per la sua famiglia ma anche per la politica ligure".

Benifei: "Liguria: non pervenuta a Settimana europea delle Regioni"

Bruxelles, 13 ottobre 2016

Benifei"Oggi si è conclusa a Bruxelles la settimana europea delle Regioni e delle città: un evento annuale molto importante per la coesione territoriale dell'Unione, in cui le Regioni sono protagoniste e durante il quale si trovano sinergie e si elaborano progetti, si parla di fondi e investimenti europei. E dov'era la Liguria?" Così l'eurodeputato spezzino Benifei commenta la mancata partecipazione della Regione Liguria. "Nella densa agenda di convegni e incontri, la nostra regione risulta non pervenuta. In particolare, ieri si è tenuto un importante incontro tra i protagonisti della Strategia per la Macroregione alpina, EUSALP, dove erano rappresentate ai massimi livelli istituzionali la Lombardia, la Valle d'Aosta, il Piemonte, la provincia autonoma di Bolzano. Peccato che Toti non abbia ritenuto di inviare neppure un funzionario di terza fascia".

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information