Europa

Gioco d'azzardo: contrastarlo in Europa, in Italia e nelle città

Genova, 11 giugno 2013

Stop azzardoGiovedì 13 giugno alle ore 21 presso il Foyer del Teatro Modena di Genova Sampierdarena l'europarlamentare del PD Sergio Cofferati sarà promotore, assieme al Gruppo S&D al Parlamento Europeo dell'iniziativa "GIOCO D'AZZARDO: contrastarlo in Europa, in Italia e nelle città".

Alla serata interverranno anche Lorenzo Basso, Deputato genovese del PD, già promotore di iniziative atte a contrastare il fenomeno del proliferare delle sale da gioco sia a livello regionale che nazionale, Francesco Oddone, Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Genova che porterà la testimonianza delle iniziative messe in campo da parte dell'amministrazione cittadina per cercare di arginare ,con il nuovo regolamento approvato, le aperture incontrollate di locali con slot machines, Franco Marenco, Presidente del Municipio Centro Ovest, territorio cittadino particolarmente interessato da questo fenomeno.

Francesca Balzani entra in Commissione Trasporti

Bruxelles, 30 maggio 2013

francesca balzani 2Membro della Commissione Bilanci dall’inizio del mandato europeo, Francesca Balzani di recente è stata nominata membro della Commissione Trasporti e turismo che si occupa dello sviluppo di una politica comune per i trasporti ferroviari, su strada, per vie navigabili, marittimi ed aerei.

In particolare ha competenza sulle norme comuni applicabili ai trasporti all'interno dell'Unione europea, sulla creazione e lo sviluppo di reti transeuropee nel settore delle infrastrutture dei trasporti e sulla fornitura di servizi di trasporto e le relazioni con i paesi terzi nel settore dei trasporti.

Si occupa inoltre della gestione della sicurezza dei trasporti e mantiene relazioni con le organizzazioni internazionali dei trasporti. A ciò si aggiungono le competenze relative ai servizi postali e al turismo.

Nell’accedere alla Commissione trasporti Francesca Balzani lascia la Commissione Commercio Internazionale, nell’ambito della quale ha seguito dossier importanti tra i quali la controversia commerciale sulle tariffe del commercio delle banane e le relazioni commerciali tra la Ue e la Turchia.

Ilva, Cofferati: "Serve l'intervento dello Stato. Lo stop all'attività sarebbe un gravissimo danno"

Bruxelles, 28 maggio 2013

Sergio CofferatiPer evitare quello che sarebbe un disastro economico e sociale "serve un intervento temporaneo dello Stato nella proprietà" dell'Ilva. Questo l'appello lanciato dall'europarlamentare Pd ed ex segretario della Cgil Sergio Cofferati. "La fermata dell'attività dell'Ilva produrrebbe un gravissimo danno a tutti i lavoratori dell'azienda e dell'indotto, ma non solo".

Per Cofferati, "una parte molto ampia del sistema produttivo nazionale ne verrebbe duramente danneggiata, perché costretta a cercare nuove fonti di approvvigionamento a costi non prevedibili. Se a questo aggiungiamo l'inevitabile rallentamento del processo di bonifica e risanamento, fino al rischio di un suo arresto - aggiunge l'europarlamentare - ci rendiamo conto di quanto sia importante assicurare la continuità dell'attività produttiva.

Una nuova svolta per l'Europa: il Parlamento europeo boccia il bilancio pluriennale proposto dal Consiglio

Sergio CofferatiIl Consiglio Europeo dell'8 Febbraio ha raggiunto un accordo tra gli Stati Membri dell'Unione Europea per il Quadro Finanziario Pluriennale 2014-2020 che, per entrare in vigore, deve essere approvato dal Parlamento Europeo. Tale accordo, se entrasse in vigore senza modifiche, rappresenterebbe un grave arretramento rispetto alla proposta iniziale della Commissione, rinforzerebbe gli elementi di austerità e allargherebbe il deficit del bilancio europeo, rinunciando a strumenti importanti per gli investimenti e la crescita. L'accordo non contiene inoltre alcun passo avanti sul tema delle risorse proprie, gradino fondamentale nel cammino verso un'Europa federale.

Reddito minimo, verso quello europeo

Genova, 11 marzo 2012

francesca balzani 2Come lo si voglia chiamare, minimo oppure di cittadinanza, il tema del reddito garantito, per chi rimane senza lavoro o non ne riesce ancora a trovare uno, è sempre più spesso al centro della discussione politica. Nazionale ed internazionale.
Quella che da noi, anche in queste ultime elezioni, abbiamo visto come una proposta politica adottata da molti, è invece già realtà nella maggior parte dei Paesi europei.   Sì perché ormai solo l'Italia, insieme a Grecia e Ungheria, non si è ancora avvalsa di questo strumento di tutela sociale, la cui importanza è ancor più evidente in un periodo di drammatica crisi economica come quello che stiamo attraversando.
Oggi il reddito minimo è tra le proposte degli otto punti del Pd per un Governo di cambiamento, ma su questo tema c'è da lavorare anche a livello europeo.
In questo senso l'europarlamentare Balzani si è impegnata fin dall'inizio del suo mandato (2009, ndr) alla creazione di un nuovo strumento: il reddito minimo europeo.

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information