CONGRESSO REGIONALE 2017

Ermini ricuce la ferite del PD, uniti alle urne

Intervista di Manrico Parma al Commissario regionale del PD Liguria, David Ermini, su La Nazione - ed. Spezia del 29 gennaio 2016

daviderminiDavid Ermini, 57 anni, deputato del Pd, vicino alla componente renziana, è Commissario regionale del partito. Tra i nodi che l`aspettano, uno è piuttosto spinoso: le lotte intestine alla Spezia in vista del congresso.

Ermini, da circa sei mesi Pd spezzino non ha un segretario. Non è passato troppo tempo?

«Parlando all`assemblea regionale avevo chiesto che il congresso fosse fatto nei primi mesi del 2016. C`è la possibilità di chiuderlo prima delle amministrative».

Si è già parlato di nomi papabili ed e scoppiata la bagarre.

«Vorrei un congresso basato soprattutto sui contenuti più che sui nomi. Sono questi che ci devono portare alle elezioni del capoluogo il prossimo anno e alle scadenze fondamentali. Indipendentemente dalle candidature, la politica non si deve mai arrendere alle divisioni, ma cercare la discussione. Il fatto che ci siano già dei nomi non preclude che si possa trovare una linea comune»

#insiemenelpd, gli interventi all'Assemblea regionale del Gruppo di lavoro per il Congresso

Genova, 28 novembre 2015

Sara Di Paolo

sara di paolo

 

C'è un tempo per parlare e per proporre con convinzione e coraggio le proprie posizioni, e un altro per fermarsi a riflettere e ragionare su come ricostruire insieme il Partito Democratico ligure e ripartire. Insieme. Ritengo che siamo in questa seconda fase, basta discordie, dibattiti sterili, battibecchi sui giornali e sui social. Il percorso iniziato oggi e che ci porterà questa primavera al Congresso necessita capacità di ascolto e di confronto. E silenzio.
Abbiamo una grande responsabilità, ognuno di noi ha una grande responsabilità. Dobbiamo decidere se essere un partito piccolo, miope e litigioso in rappresentanza di una regione asfittica, vecchia e immobile. Oppure decidiamo di essere un partito innovativo, costruttivo, propositivo - come ci invita a fare David da quando è qui, e come da sempre ci stimola Matteo Renzi - in rappresentanza di una regione ricca di competenze, di risorse e di potenzialità che – se sviluppate – possono portare crescita e innovazione non solo in Liguria ma in tutta Italia.C'è un tempo per parlare e per proporre con convinzione e coraggio le proprie posizioni, e un altro per fermarsi a riflettere e ragionare su come ricostruire insieme il Partito Democratico ligure e ripartire. Insieme. Ritengo che siamo in questa seconda fase, basta discordie, dibattiti sterili, battibecchi sui giornali e sui social. Il percorso iniziato oggi e che ci porterà questa primavera al Congresso necessita capacità di ascolto e di confronto. E silenzio.
Abbiamo una grande responsabilità, ognuno di noi ha una grande responsabilità. Dobbiamo decidere se essere un partito piccolo, miope e litigioso in rappresentanza di una regione asfittica, vecchia e immobile. Oppure decidiamo di essere un partito innovativo, costruttivo, propositivo - come ci invita a fare David da quando è qui, e come da sempre ci stimola Matteo Renzi - in rappresentanza di una regione ricca di competenze, di risorse e di potenzialità che – se sviluppate – possono portare crescita e innovazione non solo in Liguria ma in tutta Italia.
Nel percorso che ci porterà al Congresso, tra i temi da trattare c’è senza dubbio quello dei porti, trasporti e infrastrutture. Possiamo dare all’incontro il taglio che ci ha proposto la settimana scorsa Graziano Del Rio: concentrarci sui corridoi europei e in particolare su quello che dalla Liguria raggiungerà il Nord Europa. L’argomento – insieme alla riforma portuale - è di grande delicatezza e importanza per il nostro territorio. Ancora una volta possiamo decidere se gestire ed essere protagonisti del cambiamento oppure temerlo.

Massimiliano Morettini

morettini

La sfida dell'unità forse non è così impossibile, come pensavamo fino a qualche settimana fa. Mi pare che il giudizio sul Governo sia sostanzialmente condiviso, anche se gli accenti possono essere diversi.
Superiamo le divisioni nel merito e lavoriamo alla costruzione di tre appuntamenti centrati sui temi di maggiore interesse nell'agenda politica, in un percorso che ci porti al Congresso di primavera.

Dal punto di vista locale, guardando a Genova, credo che dovremmo avere la forza di candidarci a chiudere l'eterna transizione di questa città.  Non solo nella politica, ma nel mondo sindacale, nelle imprese, nel sistema camerale, nella cultura, nella finanza.  La città ha smarrito il senso di sè. Ma ci sono intelligenze ed eccellenze per rilanciare. E noi possiamo candidarci ad essere la forza che immagina un nuovo futuro per Genova e la Liguria

#insiemenelpd, Ermini: "Ripartiamo dall'unità nel partito. Il futuro della Liguria appartiene ancora a noi"

Genova, 28 novembre 2015

IMG-20151128-WA0002Sicurezza, lavoro, riforme. Gli impegni del Governo e gli obiettivi ancora da raggiungere.  E’ sui temi nazionali e internazionali che David Ermini, Commissario regionale PD Liguria,  concentra la prima parte della sua relazione all’Assemblea regionale del PD, svoltasi oggi all’Auditorium del Teatro Carlo Felice a Genova. Il primo appuntamento nel percorso che porterà al Congresso regionale nel 2016 e all’elezione del nuovo segretario regionale.
“Stiamo attraversando una fase delicatissima sul piano internazionale e di gestione della sicurezza - esordisce Ermini - . Il Governo ha dato un segnale importante su questo fronte, aumentando gli investimenti e andando a recuperare gli oltre tre milioni di Euro di tagli che la destra aveva operato sul comparto. Accanto al sostegno alle forze dell’ordine è altrettanto importante l’impegno sul piano dell’inclusione sociale e culturale. Il terrorismo si combatte anche attraverso la costruzione di una base sociale forte che non permetta a questo fenomeno di attecchire, lavorando per rapporti sempre più forti e intensi fra comunità. Come ha detto il premier Renzi, per ogni euro in più investito sulla sicurezza deve esserci un euro in più investito in cultura”.

#insiemenelpd, Minetti: "Per affrontare questo difficile presente e costruire il futuro la strada parte dal PD"

L'intervento della presidente dell'Assemblea regionale

Genova, 28 novembre 2015

daniela minettiAccadono fatti terribili che anche chi ha vissuto gli orrori degli anni di piombo o della guerra non credeva possibili.
Viviamo cambiamenti ambientali, sociali, movimenti migratori a livello internazionale, disastri di tale portata che neanche le peggiori Cassandre della sostenibilità globale potevano preannunciare così rapidi e intensi.
Persino il Papa ha voluto portare nella sua seconda enciclica, il Laudato sii, un invito rivoluzionario rispetto al sistema socioeconomico.
Al pranzo di Natale di Sant'Egidio di Genova quest'anno sono attese oltre 6000 persone in  37 punti  allestiti. Si ritroveranno seduti allo stesso tavolo i nostri esodati, più o meno ufficiali, insieme ai nostri immigrati e profughi, più o meno ufficiali.

Intervista di David Ermini a Primocanale

erminiaprimocanale

Guarda l'intervista del Commissario regionale del PD Liguria con Mario Paternostro e Franco Manzitti

Parte 1

Parte 2

 

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information