DE VINCENZI: "TERZO ATO UNICA GARANZIA PER IL MANTENIMENTO DELL'ACQUA PUBBLICA. LA MAGGIORANZA SI METTA D'ACCORDO E DECIDA IN FRETTA"

Genova, 5 ottobre 2017

acqua-generica-carenza-idricaAll'interno della stessa maggioranza e del medesimo partito devono mettersi d'accordo sul terzo Ato savonese. Perché è assurdo che il presidente della Regione Toti mandi una lettera durissima alla Provincia dicendole che ha un solo mese di tempo per far confluire i Comuni del ponente savonese (che al momento fanno parte dell'Ato 3) all'interno dell'Ato Centro Ovest 1, affidando il servizio idrico integrato al gestore unico (pena il commissariamento), mentre il capogruppo di Forza Italia Vaccarezza continui, giustamente, a dire di voler difendere l'Ambito del ponente. Si mettano d'accordo e dicano subito in Commissione qual è la linea dell'amministrazione. Ed è importante che agiscano in fretta, altrimenti se si continua con le solite lungaggini, c'è il rischio concreto che alcuni Comuni possano incorrere nelle pesanti sanzioni dell'Unione europea. Un pericolo che non possiamo assolutamente correre, perché i cittadino non devono pagare i tentennamenti della politica.


Io resto sempre della stessa idea: serve il terzo Ato savonese e mi batterò perché si prosegua in questa direzione. Come da sindaco ho sempre dimostrato di avere a cuore l'acqua pubblica, ora, di fronte a quest'atteggiamento incomprensibile del centrodestra, chiedo che venga fatta chiarezza, soprattutto per i cittadini. Bisogna garantire alle amministrazioni comunali che l'acqua rimanga in mano pubblica. E ciò può avvenire soltanto con il terzo Ato.

Luigi De Vincenzi, consigliere regionale del Pd.



Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information