ROSSETTI: "SUI MIGRANTI A MULTEDO IL SINDACO TACE DA UN MESE: E' ARRIVATO IL MOMENTO DI RISOLVERE I PROBLEMI, PARLARE DI CHE TIPO DI ACCOGLIENZA VUOLE METTERE IN ATTO E DARE RISPOSTE ALLA CITTA'"

Genova, 3 ottobre 2017

Vorrei chiedere al sindaco di Genova Bucci di occuparsi dei conflitti sorti a Multedo sull'accoglienza dei migranti, affinché si riducano le tensioni e si sviluppi sul territorio un progetto di integrazione, che veda come protagonisti chi ospita queste persone, i residenti e le istituzioni. Questa mia richiesta non è un attacco politico, ma un preciso richiamo alle sue responsabilità. Tacere trenta giorni, non intervenire sulle polemiche e inviare a Multedo l'assessore alla Sicurezza al posto di quello ai Servizi sociali sono state sue precise scelte, che hanno alimentato un clima da "tutti contro tutti". Forse il sindaco di Genova non ha letto i giornali nelle ultime settimane, altrimenti si sarebbe reso conto che, da una parte, il Governo è riuscito a ridurre i flussi migratori, dall'altra i Comuni amministrati dal centrodestra hanno scaricato il problema dell'accoglienza su Genova, consentendo, sempre a quella parte politica, di cavalcare le paure – comprensibili – della popolazione.

Bucci da sindaco dovrebbe invece dire qual è il suo progetto di integrazione e come intende metterlo in pratica, anche a ponente. Il Pd ha lavorato affinché si arrivasse ad un'accoglienza diffusa per piccoli numeri. E se gli amministratori amici di Toti non faranno finalmente la loro parte, ci troveremo a dover gestire conflitti pesanti a Genova. Suggeriamo al Sindaco di non cercare un colpevole, accusando la Prefettura o la Curia o la minoranza, ma di tirarsi su le maniche per risolvere i problemi. È facile parlare di roboanti progetti, ma adesso è arrivato il momento di amministrare anche il disagio e la difficoltà delle persone, genovesi e foresti.

Pippo Rossetti, consigliere regionale del Pd.

 



Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information