Paita e Michelucci: “La mancata revisione dei canoni demaniali nuocerà alle imprese alluvionate spezzine”

Genova, 21 luglio 2015

paitamichelucci"Le esondazioni – argomentano Paita e Michelucci - hanno determinato non soltanto danni rilevanti e immediati alle attività produttive ma hanno avuto ripercussioni negative sulle prospettive di lavoro delle aziende coinvolte. Riconoscendo la necessità di ridurre gli oneri a carico delle aziende, la legge regionale 12/2015 approvata dalla precedente Amministrazione Regionale, prevedeva all'articolo 3 che non fossero dovuti i canoni di concessione per le aree inondate".

"Chiediamo che la norma venga confermata e che sia accompagnata da un provvedimento più organico e duraturo come la rideterminazione dei canoni – sottolineano i due consiglieri regionali del Partito Democratico - Per dare respiro alle aziende colpite è infatti assolutamente necessario rendere questi oneri sostenibili, tenendo conto dei disagi contingenti, come già previsto ad esempio per le zone dell'entroterra".

Concludono Paita e Michelucci: "L'assessore Giampedrone è stato fino a pochi giorni fa sindaco di una delle realtà più martoriate. Stupisce che nel cambio di ruolo abbia già dimenticato le imprese della sua comunità".

 

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information