Comunicati Stampa

Ferrando:" La Giunta Toti ha forzato la mano sulla caccia allo storno danneggiando tutti".

Genova, 4 dicembre 2015

"Chi troppo vuole nulla stringe: ancora una volta, con la seconda bocciatura della caccia allo storno da parte del Tar, si è dimostrato che l'atteggiamento della giunta che ha violato gli accordi con Ispra - aprendo la caccia in deroga allo storno anche nei Comuni che non avevano segnalato danni - non ha pagato". Così il consigliere regionale del Partito Democratico Valter Ferrando commenta la recente sentenza del Tar in materia. "La giunta precedente e gli uffici – continua l'esponente del Pd – avevano lavorato due anni per una corretta collaborazione con Ispra, che aveva portato al risultato atteso da tempo di riaprire la caccia per danno allo storno. Aver forzato quegli accordi, ampliando a dismisura la norma ben oltre i parametri concordati, ha prestato il fianco a una facile impugnativa davanti al Tar da parte delle associazioni ambientaliste. Un ricorso che, com'era facile immaginarsi, è stato di sicuro successo". Secondo Ferrando il comportamento "estremista e populista della giunta Toti ha portato quest'anno alla sospensione di questa forma di caccia, ma, ancor più grave, indurrà Ispra a non fidarsi più della Regione Liguria, pregiudicando il consenso anche per i prossimi anni". La caccia, precisa il consigliere del Pd, "va difesa con moderazione e rispetto di tutte le istituzioni. Gli eccessi e le prevaricazioni elettoralistiche – conclude Ferrando – portano solo danni".

PD: "La Regione integri ferro e gomma per una riforma strutturale dei trasporti". Ma il centrodestra impedisce il voto in aula.

Genova, 4 dicembre 2015

Il Gruppo del Partito Democratico in Regione ha lanciato una sfida sul tpl all'amministrazione regionale, intenzionata a sottoscrivere un contratto di servizio con Trenitalia della durata di ben 12 anni. La proposta è quella di arrivare al 2017 con una gara per un bacino unico tra ferro e gomma, allineando i contratti di servizio con le aziende. "L'idea di cui il Pd si fa portavoce – hanno precisato la capogruppo Raffaella Paita e il consigliere Giovanni Lunardon – è rivoluzionaria e punta a cambiare in modo strutturale il trasporto pubblico della nostra Regione. E' evidente che l'orizzonte a cui deve tendere il tpl ligure è quello dell'integrazione tra ferro e gomma: solo così possiamo cambiare in modo strutturale il sistema dei trasporti".

Ma il Pd ha preparato anche un piano B, nel caso la giunta non fosse intenzionata – come poi ha confermato Berrino – a seguire la strada dell'integrazione. "A quel punto – ha chiarito Lunardon – bisogna definire tutti insieme una serie di obiettivi, che vadano dalla modifica del nuovo orario invernale, all'integrazione, almeno tariffaria, fra treno e bus, che al momento esiste soltanto a Genova". E proprio il biglietto integrato del Comune di Genova per il Pd resta un servizio intoccabile, così come la navebus. "Tra i tanti interventi da fare – conclude Lunardon – ci sono l'investimento per nuovi treni e la sottoscrizione di un contratto con Rfi per la manutenzione e gli interventi nelle stazioni".

Paita: “Costa non ha autorevolezza per convincere Toti a realizzare l’Hospice di Spezia”

Genova, 3 dicembre 2015

"La politica dei due forni del consigliere regionale di Ncd Costa non funziona. La sua vicepresidente Viale ha detto un secco no alla realizzazione dell'hospice di Spezia. Questo vuol dire che Costa e il Nuovo centro destra non incidono nella maggioranza di destra e non difendono la sanità del territorio spezzino". Lo dice la capogruppo del Partito Democratico in Regione Liguria Raffaella Paita, dopo lo stop all'hospice di Spezia decretato dall'assessore alla Sanità e vicepresidente della giunta ligure Sonia Viale.

Barbagallo: “La giunta chiarisca sul futuro della Banca della terra: strumento importante per l’entroterra”

Genova, 3 dicembre 2015


barbagallo“La giunta Toti faccia chiarezza sulla Banca della Terra: uno strumento fondamentale contro il dissesto idrogeologico”. A chiederlo è il consigliere regionale del Partito Democratico Giovanni Barbagallo, dopo le notizie apparse sugli organi di stampa, su un possibile azzeramento del finanziamento che sostiene i progetti legati alla Banca della Terra. “Questo strumento – sottolinea Barbagallo – consente alle aziende agricole di poter aumentare, grazie a un aiuto economico, la propria superficie aziendale, acquistando dei terreni incolti o marginali, ma limitrofi all’azienda agricola. Un modo per migliorare la manutenzione dell’entroterra”.

Paita e Michelucci: “Il nuovo Hospice di Sarzana è un traguardo importante. Ora si realizzi quello della Spezia”

Genova, 2 dicembre 2015

“Un traguardo importante che il sindaco Cavarra e la dirigenza dell'Asl hanno raggiunto per il territorio provinciale e per la Val di Magra”. Così la capogruppo del Partito Democratico in Regione Raffaella Paita e il consigliere Juri Michelucci salutano l’inaugurazione, avvenuta questa mattina, dell’hospice di Sarzana. “Si tratta di una struttura molto importante – dicono i due esponenti del Pd – che finalmente darà una risposta ai malati terminali, anche su questo territorio. L’hospice di Sarzana è il risultato dell’ottimo lavoro fatto dall’Azienda sanitaria, dal sindaco e dalla giunta regionale precedente”.

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information