Comunicati Stampa

 

Gruppo PD:" Marcia indietro di sacjola su sublocazione e aumento ISEE. ma non basta. Questa Legge sulle case popolari é sbagliata e penalizza i liguri"

Genova, 29 maggio 2017

case in citta 0 0Prima ancora dell'inizio della discussione in Consiglio regionale sulla nuova legge in materia di case popolari l'assessore Scajola ha fatto già due clamorosi passi indietro. Per prima cosa ha tolto la sublocazione e cioè la possibilità per i residenti negli alloggi Erp di affittare una stanza anche a chi non avrebbe diritto a stare in questo tipo di appartamenti. Poi, sempre Scajola, le cui leggi vengono prontamente modificate dall'aula e giudicate incostituzionali, è tornato indietro anche sul numero di anni che servono a una famiglia per perdere il diritto alla permanenza in un alloggio, quando il proprio reddito aumenta. Il centrosinistra, in passato, aveva escluso il conteggio del reddito dei figli che trovano lavoro per dieci anni; Scajola ha abbassato il limite a due anni (neppure consecutivi). Ora l'assessore ha aumentato il termine prima a 4 e poi a 5 anni. Ma, come dicono i comitati degli inquilini, non basta. Perché dopo quel termine si finisce in mezzo a una strada. La nostra proposta, recependo le istanze di sindacati e comitati è invece di fissare il limite a 5 anni per tutti coloro che superano i parametri Isee, ma di portarlo a 10 per chi ha dei figli. Fatte salve questo modifiche (i saldi-Scajola) restano ancora molte norme assurde come quella che regola l'accesso alle case popolari.

 

Paita, Rossetti, Lunardon e Ferrando. "Condanna per il raid incendiario al point della Lega. parole di Rixi violente e deliranti."

Genova, 26 maggio 2017

Solidarietà alla Lega Nord per il raid incendiario al point elettorale di via Fieschi. Il Pd è da sempre contrario a ogni forma di violenza, sia fisica sia verbale e, atti come questo, non sono tollerabili. La violenza porta violenza. E proprio per tale ragione consideriamo disdicevoli le dichiarazioni dell'assessore Rixi, che non perde occasione per fare campagna elettorale. Attribuire questo atto vile a balordi "coccolati da Crivello", come ha detto l'esponente del Carroccio, è delirante e offensivo. Capiamo la candidite di Rixi, ma anche utilizzare parole come queste alimenta un clima di violenza.

I consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita, Pippo Rossetti, Giovanni Lunardon e Valter Ferrando.

 

Paita, De Vincenzi, Barbagallo:" Il PD ha rimediato ai pasticci di Mai. Trovati i fondi per le aziende agricole colpite dall'alluvione che la Regione aveva perso"

genova 26 maggio 2017

commissione bilancio cameraGrazie a un emendamento presentato dai parlamenti del Partito Democratico alla Commissione Bilancio della Camera le imprese agricole liguri colpite dall'alluvione potranno ricevere i risarcimenti stanziati dal governo l'estate scorsa, che la Regione aveva perso. L'assessore Mai, infatti, unico in tutta Italia, aveva sbagliato a presentare la richiesta di risarcimento e le aziende del nostro territorio erano rimaste a bocca asciutta. Visto il disastro combinato dalla Giunta Toti, il Pd si era immediatamente mosso per cercare di recuperare i fondi persi e dopo un lungo lavoro durato parecchi mesi è riuscito a mettere una toppa a questo pasticcio. Non è stato facile. Ma Il Partito Democratico, mettendo in campo tutta la propria autorevolezza e la propria conoscenza della materia, è riuscito a dare una risposta a queste aziende, che adesso possono guardare con più tranquillità al futuro.

I consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita,, Luigi De Vincenzi e Giovanni Barbagallo.

 

Gruppo PD:" La commissione approva la Legge sulle case popolari della Giunta Toti. Accolte due modifiche del PD. Ma la Norma generale presenta ancora troppe criticità. Daremo battaglia in Consiglio.

Genova 24 maggio 2017

case in citta 0 0La battaglia del Pd contro la pessima legge sull'edilizia popolare della Giunta Toti continua in Consiglio regionale. Oggi, infatti, la maggioranza ha dato l'ok in commissione a questo provvedimento che, come hanno confermato tutte le associazioni degli inquilini, resta profondamente negativo.

Tra le criticità della legge spicca, senza dubbio, la norma che rischia di mandare in mezzo alla strada centinaia di famiglie che già vivono in un alloggio popolare. Il reddito dei figli, infatti, grazie alla Giunta Toti-Scajola, d'ora in poi, farà cumulo sull'Isee (la legge che aveva varato il centrosinistra invece non lo conteggiava per dieci anni) e quindi, con le nuove norme, basteranno due anni per venire sfrattati, senza neppure essere trasferiti in un appartamento a canone moderato. Scajola ha provato a sostenere che si tratta di una legge nazionale, ma visto che le bugie hanno le gambe corte, insieme alle stesse associazioni degli inquilini, abbiamo smentito l'assessore.

Le modifiche proposte dal Pd e accolte dalla Giunta in un ordine del giorno su proposta del consigliere Juri Michelucci, invece, sono due. La prima offre la possibilità, a chi vive in case a canone moderato e si trova in compravate difficoltà economiche, di partecipare ai bandi per gli alloggi Erp, cosa che prima non era possibile. La seconda riguarda la soglia per la ristrutturazione degli alloggi a carico degli inquilini, che, in alcune realtà, risulta troppo bassa. Adesso si valuterà caso per caso, sia sulla base della disponibilità del patrimonio immobiliare esistente, sia in merito alle possibilità degli inquilini stessi. In questo modo le assegnazioni degli alloggi di risulta potranno avvenire più rapidamente.

Gruppo Pd in Regione Liguria.

 

Paita:" Sui vaccini Viale dia delle risposte precise ai cittadini liguri"

Genova, 24 giugno 2017

vacciniL'assessore Viale non si smentisce mai. E anche questa volta, di fronte alle critiche mosse dal Pd sulla disorganizzazione della Regione Liguria rispetto al decreto del governo sulla vaccinazione obbligatoria, preferisce lanciare strali e insulti, invece di rispondere nel merito. Il Partito Democratico ligure ha chiesto un'informazione precisa: la Regione è in grado di far rispettare una legge, che garantisce la salute e la sicurezza dei nostri bambini? Perché invece che lamentarsi le altre amministrazioni – compresa la tanto amata Lombardia – si stanno già rimboccando le maniche. Altre Regioni avevano varato da tempo, a livello locale, leggi simili a quella del ministro Lorenzin e il Gruppo consiliare del Pd ligure, mesi fa, ha depositato una proposta sull'argomento. Ma d'altronde l'assessore leghista, questa legge, non l'ha mai sostenuta e l'ha sempre guardata con sospetto. Oggi, invece di agitarsi, Viale dovrebbe limitarsi a fornire ai cittadini liguri delle risposte chiare, puntuali e adeguate.

Raffaella Paita, capogruppo Pd in Regione Liguria.

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information