Comunicati Stampa

ROSSETTI: "SULLA SCUOLA PUBBLICA IL GOVERNO DI CENTROSINISTRA HA INVESTITO MILIARDI PER LA SICUREZZA E L'ASSUNZIONE DEGLI INSEGNANTI"

Genova, 3 novembre 2017

Forse il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle De Ferrari non legge i giornali. Altrimenti saprebbe che il Governo di centrosinistra ha investito quasi 3,5 miliardi nella sicurezza scolastica e nella realizzazione di nuove scuole in tutta Italia. Sono più di 100 mila, inoltre, gli insegnanti a tempo indeterminato che sono stati assunti in poco tempo, fra cui molti docenti di potenziamento e di sostegno per i disabili. In Liguria, la Giunta precedente, ha speso parecchi fondi Fse per la digitalizzazione della scuola, per contrastare la dispersione e per la formazione triennale di chi è in età di obbligo scolastico. De Ferrari lasci stare Calamandrei e si ricordi che le legge italiana prevede sia l'esistenza delle scuole parificate, sia che le Regioni sostengano le famiglie in base all'Isee. Non si tratta di finanziamenti a pioggia, legga bene le delibere. E poi un'ultima annotazione: De Ferrari dice di essere stato deriso dal Pd, ma anche in questo caso si sbaglia. Il Partito Democratico non deride nessuno e rispetta le opinioni altrui, anche le sue.

Pippo Rossetti, consigliere regionale Pd in Regione Liguria.

DE VINCENZI: "AL FIANCO DEI CITTADINI DI RANZI E DELLA LORO BATTAGLIA PER LA VIVIBILITA': AUTOSTRADE INSTALLI I PANNELLI FONOASSORBENTI"

Genova, 2 novembre 2017

 

Barriere 1Da vent'anni i cittadini di Ranzi, frazione di Pietra Ligure, chiedono ad Autostrade di realizzare delle barriere fonoassorbenti contro il rumore dei mezzi in transito. Una richiesta semplice e sacrosanta, per garantire ai residenti una degna vivibilità. Finora, però, gli appelli degli abitanti e della politica, non sono andati a buon fine. E adesso i cittadini hanno chiesto aiuto a Striscia la Notizia per avere un po' di visibilità nazionale. La loro è una battaglia giusta, che continuerò a sostenere come ho fatto in tutti questi anni. Proprio per questo presenterò nei prossimi giorni un ordine del giorno in Consiglio regionale per chiedere alla Giunta ligure e all'assessore competente di farsi promotori presso le Autostrade e il Ministero delle Infrastrutture delle istanze dei cittadini di Ranzi. Questi pannelli devono essere installati, come è accaduto in tante altre zone della Liguria.

Luigi De Vincenzi, consigliere regionale del Pd.

GRUPPO PD: "LE SCUOLE PARITARIE DELL'INFANZIA, COMUNALI E PRIVATE, FORNISCONO UN SERVIZIO CAPILLARE SUL TERRITORIO. FIORINI QUANDO ERA ASSESSORE NON HA MAI PROTESTATO. SULLA SCUOLA PUBBLICA IL GOVERNO HA INVESTITO MILIARDI"

Genova , 2 Novembre 2017

scuolaLa parità scolastica porta la firma dell'ex ministro Berlinguer. La Regione ha una legge che assegna rimborsi in base all'Isee per libri e iscrizioni. Gli istituti paritari sono anche le scuole materne comunali e persino la Fulgis del Comune di Genova. Quando era assessore comunale Elena Fiorini non ha mai protestato per i contributi che Genova prendeva dalla Regione e mai si è scagliata contro le agevolazioni per chi frequentava le scuole paritarie. Anche perché è chiaro che senza le paritarie "private" né il Comune, né lo Stato sarebbero in grado di fornire, per esempio, un'offerta completa e capillare di scuole dell'infanzia. Lo stanziamento della Regione Liguria è simile a quello degli ultimi 10 anni. Ma, è bene ricordarlo, l'opposizione, in aula, ha votato contro il bilancio della Giunta Toti. In questi ultimi anni la scuola pubblica ha stabilizzato più gente che mai e il Governo ha investito miliardi. La battaglia contro le scuole materne gestite da privati e Comuni ci pare un po' retrò. Forse l'ex assessore Fiorini ignora che in Consiglio regionale il Pd ha stigmatizzato, con forza, il mancato utilizzo dei fondi Fse per il contrasto alla dispersione scolastica, i cui dati restano drammatici sul nostro territorio. Purtroppo, malgrado l'azione del nostro gruppo su questo tema, la maggioranza non ha fatto nulla.

Gruppo Pd in Regione Liguria.

SABATO 11 NOVEMBRE SAVONA ore 9.00 SANITA' e rischio di privatizzazione,servizi territoriali e sociali, sostegno del progetto Area di crisi complessa. ECONOMIA: le difficoltà delle aziende del territorio, i progetti di crescita e sviluppo.

SABATO 11 NOVEMBRE SAVONA ore 9.00 presso Società di mutuo Soccorso "Baia dei pirati "Via Aurelia 91 Porto di Vado SANITA' e rischio di privatizzazione,servizi territoriali e sociali, sostegno del progetto Area di crisi complessa, ECONOMIA le difficoltà delle aziende del territorio, i progetti di crescita e sviluppo, e poi Trasporti e Infrastrutture i due temi della giornata seminariale. Inizia il Tour del Gruppo PD Regione Liguria sulle principali questioni politiche e amministrative.

Gruppo PD Regione Liguria Raffaella Paita Luigi De Vincenzi Giovanni Lunardon Pippo Rossetti Luca Garibaldi Giovanni Barbagallo Juri Michelucci

PD E LISTA CRIVELLO: "IL CENTRODESTRA IN COMUNE E IN REGIONE NON ADERISCE ALL'INIZIATIVA DELL'ANPI PER PROMUOVERE L'ANTIFASCISMO"

Genova, 26 ottobre 2017

Il Gruppo del Pd in Comune e la Lista Crivello hanno chiesto alla Giunta e al Consiglio di aderire all'iniziativa dell'Anpi nazionale di sabato (28 ottobre) "L'antifascismo in marcia" per riaffermare i valori dell'antifascismo, dopo l'annuncio della rievocazione della marcia su Roma da parte di Forza Nuova. Il centrodestra, però, prima ha provato a snaturare il documento - già approvato all'unanimità dal Municipio Medio Ponente, respinto in Bassa Valbisagno e neppure ammesso alla discussione nei Municipi governati dalla destra - eliminando tutte le parti in cui si parlava del preoccupante riemergere del neofascismo e poi si è opposto votando no. D'altra parte anche la maggioranza in Regione – dello stesso colore politico di quella che guida Palazzo Tursi – aveva deciso di non firmare un ordine del giorno analogo presentato dal Partito Democratico e sostenuto dal resto dell'opposizione, in cui si chiedeva alla Regione di aderire all'iniziativa dell'Associazione nazionale partigiani contro chi celebra la dittatura fascista. Come da regolamento, senza la firma unanime dei consiglieri regionali, un odg non può approdare immediatamente alla discussione dell'aula e viene calendarizzato a quella successiva, col risultato che si discuterà del documento quando l'iniziativa dell'Anpi ci sarà già stata.
Insomma il centrodestra ligure e quello genovese non intendono aderire all'appello dell'Associazione nazionale partigiani italiani a favore dell'antifascismo. Vorremmo ricordare ai consiglieri del centrodestra che la città di Genova è Medaglia d'oro al valor militare per la lotta di Liberazione e che negli ultimi 10 anni gli eventi, pubblici e privati, che politicamente si ispirano alla figura di Benito Mussolini, hanno raggiunto un numero impossibile da ignorare. La quasi totalità delle associazioni che promuovono questi eventi non ha alcuno scopo di ricerca storica e ha come obiettivo emulare e celebrare il fascismo e il nazismo. E diversi rappresentanti locali e nazionali di queste associazioni sono incorsi in denunce penali per il reato di apologia del fascismo.
Di fronte a tutto questo serve una presa di posizione forte per affermare i valori democratici sui quali si basano le nostre istituzioni, che proprio per questa natura non dovrebbero tollerare la rievocazione e la celebrazione di quei tempi bui della nostra storia fatti di violenza, razzismo e xenofobia.
Gruppo Pd in Regione Liguria
Gruppo Pd in Comune di Genova
Lista Crivello

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information