Comunicati Stampa

GRUPPO PD: "SOLIDARIETA' A PAITA. LE ACCUSE DI VIALE SONO VILI, VOLGARI E INCONSISTENTI. DIMOSTRANO LA DEBOLEZZA DELL'ASSESSORE"

Genova, 4 gennaio 2018

Il gruppo PD– dichiarano i consiglieri Pd in Regione Liguria – dichiara tutta la sua solidarietà al capogruppo Raffaella Paita, attaccata sul piano personale per fini politici dal vicepresidente Sonia Viale. Tirare in ballo le vittime dell'alluvione, su cui caso Raffaella Paita è stata assolta in tribunale, per difendersi dall'accusa di non avere saputo gestire l'emergenza dei pronto soccorso nel periodo delle feste è moralmente vile, politicamente volgare e privo di consistenza nel contenuto. L'azione dimostra in modo chiaro la straordinaria debolezza della persona nella funzione istituzionale che ricopre. Pare inutile in questa circostanza ricordare la mancanza di capacità preventiva, l'incapacità di gestire l'emergenza e la costante preoccupazione di tenere i toni bassi per difendere l'immagine sua e del presidente Toti.

Gruppo PD Pd in Regione Liguria

PAITA: "LA VIALE NON HA PIETA' NEPPURE PER I MORTI E LI USA NELLA BATTAGLIA POLITICA. VALUTERO' SE PRESENTARE QUERELA

Genova, 4 gennaio 2018

Utilizzare una morte per fini politici – risponde Raffaella Paita, capogruppo Pd in Regione Liguria alle pesanti affermazioni dell'assessore Sonia Viale - come un argomento qualsiasi del dibattito tra i Partiti, richiede la stessa assenza di pietà degli avvoltoi. Comunque, com'è più volte emerso anche nel corso del processo – in cui sono stata assolta – appena ho saputo della situazione a Genova io sono corsa in Protezione Civile e ci sono rimasta tutta la notte facendo il mio dovere. La frase espressa dalla Viale non è degna di una figura istituzionale. Per questo valuterò se presentare querela.

Raffaella Paita, capogruppo Pd in Regione Liguria

PAITA, ROSSETTI, FERRANDO E LUNARDON: "ORA PARLIAMO DELLE (POCHE) VACCINAZIONI E PROPONIAMO SOLUZIONI FORTI PER L'IMMINENTE PONTE DELL'EPIFANIA. ROSSO CONVOCHI SUBITO LA COMMISSIONE"

Genova, 3 gennaio 2018

Il giudizio è unanime – dichiarano Raffaella Paita, capogruppo Pd in Regione Liguria, Sergio Rossetti, Valter Ferrando e Giovanni Lunardon, consiglieri Pd in Regione Liguria – la Giunta Toti sull'emergenza influenza non è stata all'altezza. L'onnipresente Toti è scomparso e ha lasciato alla Lega l'onore dell'insuccesso.
Noi, il PD, siamo preoccupati che non si ripeta il caos anche per l'imminente ponte dell'Epifania e riteniamo doveroso metterci a completa disposizione per dare il nostro contributo in termini di proposte, al fine di evitare nuove criticità. Chiediamo a Matteo Rosso, che con la Giunta di centrosinistra monitorava con attenzione i pronto soccorso e ora è silenziosissimo, di convocare al più presto la commissione, anche domattina, in modo da affrontare efficacemente la situazione. Inoltre, chiediamo di considerare una proposta organizzativa forte visto che il piano dei posti letti aggiuntivi è in colpevole ritardo. C'è, per esempio, la possibilità di gestire il deflusso dei pazienti attraverso il coinvolgimento dei pronto intervento di Pontedecimo, Sestri Ponente, Micone e Voltri. Così come la possibilità di gestire il decorso influenzale (dopo la visita) attraverso il coinvolgimento degli enti accreditati, attrezzati di tutto l'occorrente.
Infine, si possono avanzare anche osservazioni a monte delle necessità immediate. Risulta infatti che la Liguria, regione più vecchia d'Italia, sia quasi l'ultima per le vaccinazioni della popolazione over 65. Una maggiore e più mirata opera di sensibilizzazione nei mesi precedenti, avrebbe forse potuto diminuire i casi di influenza da trattare al pronto soccorso.

Raffaella Paita, capogruppo Pd in Regione Liguria
Sergio Rossetti, consigliere Pd in Regione Liguria
Valter Ferrando, consigliere Pd in Regione Liguria
Giovanni Lunardon, consigliere Pd in Regione Liguria

GARIBALDI: "PIENA SOLIDARIETA' A VALENTINA GHIO, SINDACO DEL PRIMO COMUNE LIGURE A VIETARE GLI SPAZI PUBBLICI PER LA PROPAGANDA NEOFASCISTA. ESTENDIAMO IL DIVIETO A TUTTA LA REGIONE"

Genova, 3 gennaio 2018

Dichiaro la mia piena solidarietà e vicinanza a Valentina Ghio – afferma Luca Garibaldi, vicecapogruppo Pd in Regione Liguria – sindaco del primo Comune in Liguria a dichiarare che non si danno spazi pubblici ai neofascisti sul territorio da lei governato, Sestri Levante. La cartolina anonima di insulti e minacce che ha ricevuto stamattina è la conferma, semmai ce ne fosse bisogno, che l'iniziativa di contrastare i rigurgiti neofascisti è doverosa e da estendere a tutto il territorio regionale.

Luca Garibaldi, vicecapogruppo Pd in Regione Liguria

PAITA: "LA MIA SOLIDARIETA' ALLA SINDACA VALENTINA GHIO, MINACCIATA DA ANONIMI PERCHE' PRENDE POSIZIONI SCOMODE"

Genova , 3 Gennaio 2018

Rivolgo tutta la mia solidarietà alla sindaca di Sestri Levante Valentina Ghio – dichiara Raffaella Paita, capogruppo Pd in Regione Liguria – per il grave gesto di cui è stata vittima: stamattina ha ricevuto una cartolina anonima di minacce e insulti, facile da ricollegare alla legittima e giusta presa di posizione della sua giunta. E' recente, infatti, il divieto di concedere spazi pubblici a movimenti e organizzazioni che si rifacciano al fascismo, al nazismo o che esprimano posizioni omofobe e razziste. Attaccare un sindaco è una vigliaccheria che rafforza ancora di più la convinzione sull'opportunità del provvedimento. L'azione intimidatoria e l'attacco verbale contenuti nella cartolina vanno respinte con decisione. Valentina Ghio opera con onestà e coraggio per combattere ogni forma di violenza. Stiamo dalla sua parte ora più che mai, coscienti che ogni segnale discriminatorio, piccolo o grande, vada denunciato e devitalizzato in fretta.

Raffaella Paita, capogruppo Pd in Regione Liguria

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information