Comunicati Stampa

Il Gruppo PD: La destra e i 5 stelle chiudono la porta all'autonomia del Porto di Savona

Genova, 29 settembre 2015

porto savona 05 Riteniamo molto grave che i Consiglieri del Movimento 5 Stelle si siano dimostrati impermeabili alla nostra proposta di rimandare in Commissione la loro mozione sul Piano Nazionale della Logistica e della Portualità, una sede nella quale sarebbe stato possibile apportare modifiche migliorative e oltretutto coinvolgere tutte le forze politiche nella discussione. E ci stupisce altresì questa strana alleanza tra i proponenti del M5S e il centro-destra che sostiene e vota convinto la mozione. Un'alleanza che si fa sorgere alcuni interrogativi.

Perché non hanno voluto inserire la definizione di "interporti core" tra i criteri in base ai quali procedere al ridisegno delle nuove Autorità Portuali di sistema? Sarebbe stato un modo per tenere aperta la discussione sull'autonomia dell'Autorità Portuale di Savona-Vado. Prendiamo atto che chi non ha voluto inserire questa modifica - cioè il Movimento 5 Stelle, la Lega e Forza Italia - di fatto chiude la discussione sull'autonomia del porto di Savona, nonostante i proclami fatti in campagna elettorale.

Il Gruppo PD propone l'istituzione dei garanti per i detenuti e per l'infanzia

Genova, 28 settembre 2015

ferrandoIl Gruppo PD, primo firmatario Valter Ferrando, ha presentato oggi due iniziative per l'istituzione di due importanti figure di garanzia a tutela dei diritti dei più deboli. "A nome del Gruppo – spiega Ferrando – ho presentato una proposta di legge per l'istituzione del Garante per i diritti dei detenuti e ho scritto al presidente del Consiglio Regionale, Francesco Bruzzone, per riportare in Commissione la proposta giacente da tempo per l'istituzione di un Garante per i diritti dell'Infanzia".

Reddito di cittadinanza, Paita (PD):" Dai Grillini 'Balle spaziali'

Genova, 23 settembre 2015

Abbiamo letto e siamo esterrefatti dalla proposta dei 5 Stelle sul reddito di cittadinanza. Si tratta di una proposta completamente irrealizzabile che costerebbe alla Regione 1 miliardo di euro circa. Chiunque conosca minimamente il bilancio dell'ente sa che non ci sono le coperture economiche che infatti vengono trattate superficialmente e appaiono come una presa per i fondelli dei liguri. Ormai è chiaro che la sola forza politica in grado di contrastare questo centrodestra senza idee è il Pd. Presenteremo, come già annunciato, una proposta per il reddito di inclusione attiva legato ad una manovra sociale e di contrasto alla povertà che stimoli il lavoro di giovani disoccupati nel settore della manutenzione del territorio nella sicurezza idraulica. Qualcosa di credibile e sostenibile economicamente, evitando di raccontare bugie ai cittadini come stanno facendo i grillini. Continuando a spararle grosse si aiuta indirettamente Toti che in questo modo può continuare a non avanzare proposte o a non fare nulla per la Liguria.

Raffaella Paita, Capogruppo PD Regione Liguria

Il Gruppo PD sulle nomine Filse

Genova, 26 settembre 2015

logopdliguriaLo avevamo detto che quella di Paolo Cenedesi, indicato dalla Giunta Toti come membro del CdA di Filse, era una candidatura inconferibile.

La legge regionale 55/93 è precisa in proposito: all'art 3 comma 2 si afferma che "Un incarico non può essere ricoperto per più di due mandati consecutivi dalla stessa persona" e il dott. Cenedesi ha già ricoperto il ruolo di amministratore della Finanziaria Regionale per due mandati consecutivi.

Ora apprendiamo che la motivazione del gran rifiuto di Cenedesi risiederebbe nel mancato rispetto delle quote rosa all'interno del CdA.

Paita e Michelucci: "Vigileremo perché vengano mantenuti gli impegni su Riva e Bretella Ceparano - Santo Stefano.

Genova, 24 settembre 2015

“Certo è che la conferenza stampa degli amministratori del Partito Democratico dello spezzino ha smosso le acque – proseguono Paita e Michelucci – In quella conferenza stampa, si chiedeva infatti di mantenere separati i due interventi e di intervenire per riaprire subito la Ripa, ma di non limitarsi a un intervento tampone come quello che sta per essere attuato, per prevedere invece lavori risolutivi dei problemi di viabilità su quell’arteria provinciale.

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information