Comunicati Stampa

PAITA, LUNARDON , MICHELUCCI E GARIBALDI: "LA REGIONE GARANTISCA UN SERVIZIO FERROVIARIO INVERNALE ADEGUATO ALLE CINQUE TERRE"

Genova 3 otoobre 2017

treno-stazione-manarola"Servono più rispetto e un servizio ferroviario invernale adeguato per i cittadini delle Cinque Terre: visti gli ingenti introiti della metropolitana leggera estiva l'assessore Berrino non può voltare le spalle a questo territorio, giustificandosi con la mancanza di fondi". Si schierano dalla parte dei residenti, degli operatori e dei sindaci delle Cinque Terre i consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita, Giovanni Lunardon, Juri Michelucci e Luca Garibaldi, nel duro braccio di ferro fra il territorio e la Giunta ligure sul nuovo orario dei treni. "Come accaduto l'anno scorso – spiegano gli esponenti del Partito Democratico – dopo un'estate di tutto esaurito, con migliaia di turisti che hanno fatto lievitare gli introiti dei biglietti ferroviari (grazie alle tariffe da 4 euro a tratta del Cinque Terre Express), ancora una volta la maggioranza di destra che governa la Regione, di fronte alla legittima richiesta dei residente della zona di poter contare, durante l'inverno, su un trasporto ferroviario decente, ha detto di non avere le risorse necessarie. Una risposta incettabile.

ROSSETTI: "SUI MIGRANTI A MULTEDO IL SINDACO TACE DA UN MESE: E' ARRIVATO IL MOMENTO DI RISOLVERE I PROBLEMI, PARLARE DI CHE TIPO DI ACCOGLIENZA VUOLE METTERE IN ATTO E DARE RISPOSTE ALLA CITTA'"

Genova, 3 ottobre 2017

Vorrei chiedere al sindaco di Genova Bucci di occuparsi dei conflitti sorti a Multedo sull'accoglienza dei migranti, affinché si riducano le tensioni e si sviluppi sul territorio un progetto di integrazione, che veda come protagonisti chi ospita queste persone, i residenti e le istituzioni. Questa mia richiesta non è un attacco politico, ma un preciso richiamo alle sue responsabilità. Tacere trenta giorni, non intervenire sulle polemiche e inviare a Multedo l'assessore alla Sicurezza al posto di quello ai Servizi sociali sono state sue precise scelte, che hanno alimentato un clima da "tutti contro tutti". Forse il sindaco di Genova non ha letto i giornali nelle ultime settimane, altrimenti si sarebbe reso conto che, da una parte, il Governo è riuscito a ridurre i flussi migratori, dall'altra i Comuni amministrati dal centrodestra hanno scaricato il problema dell'accoglienza su Genova, consentendo, sempre a quella parte politica, di cavalcare le paure – comprensibili – della popolazione.

PAITA: "SULLA DISMISSIONE DELLA CENTRALE ENEL DELLA SPEZIA NON SI TORNA INDIETRO. CHIEDO AL PD DI PROMUOVERE UNA PETIZIONE FRA CITTADINI, ASSOCIAZIONI E SINDACATI"

Genova, 27 settembre 2017

centrale enel la SpeziaLeggo che l'amministrazione comunale spezzina di centrodestra starebbe pensando di trattare con Enel una proroga per tenere in funzione la centrale a carbone fino al 2028, magari allo scopo di incamerare ancora un po' di Ici e di non dover pensare a come riutilizzare le aree che rimarrebbero libere. Una posizione sbagliata, che va contro gli interessi della città. La data di dismissione prevista per il 2021 è stata una conquista per La Spezia. E lo è stata soprattutto per i residenti di Melara, Termo e Limone che più di tutti hanno pagato la scelta fatta negli anni 60 di collocare sul nostro territorio quella che, allora, era la più grande centrale a carbone d'Europa. Chiudere quest'impianto è fondamentale per continuare a perseguire un'idea di città moderna o, come si dice oggi, "smart"; una città amica dell'ambiente e del progresso tecnologico sostenibile. Ma la dismissione della centrale a carbone è anche importante per la salute degli spezzini e per la caratterizzazione sempre più turistica della città. Buttare all'aria il tavolo sul futuro di quegli spazi è un delitto.

GRUPPO PD: "OK UNANIME A ORDINE DEL GIORNO A DIFESA DI PIAGGIO"

Genova, 19 settembre 2017

piaggio pgÈ stato approvato all'unanimità, prima in Commissione e poi in Consiglio regionale, l'ordine del giorno in difesa di Piaggio Aerospace, sulla base di un testo proposto dal Pd e da Rete a Sinistra. Il documento impegna Giunta e assessori regionali a vigilare affinché nell'ambito della procedura di bando avviata dall'Autorità di Sistema del Tirreno Occidentale per l'assegnazione delle aree già occupate da Piaggio Aerospace a Sestri Ponente sia garantito il rispetto della clausola sociale, per assicurare il recupero del personale impiegato nell'azienda; poi a intervenire affinché il Ministero dello Sviluppo economico mantenga gli impegni assunti e convochi tempestivamente azienda e sindacati, al fine di assicurare il pieno rispetto dell'accordo interministeriale del 2014; e infine a esercitare, se necessario, il diritto alla Golden Power, per assicurare l'integrità aziendale di un'impresa strategica, per gli interessi e la sicurezza nazionali. Ieri, inoltre, la IV Commissione, con voto unanime, si è espressa favorevolmente sul parere di cambio di destinazione delle aree Piaggio di Sestri Ponente, che, dando compimento all'accordo di pianificazione avviato dal Comune di Genova nell'aprile scorso, modifica la destinazione da industria aeronautica a industria di alto valore tecnologico.

PAITA E MICHELUCCI "IL 25 SETTEMBRE INCONTREREMO LA COMUNITA' DEL PARCO DI MONTEMARCELLO PER ILLUSTRARE LA NOSTRA POSIZIONE SUL FUTURO DELL'ENTE. NO ALLA LEGGE COSTA CHE VUOLE CANCELLARLO"

Genova, 18 settembre 2017

Paita MichelucciDopo la nostra richiesta di essere auditi dalla Comunità del Parco di Montemarcello Magra-Vara – così com'è stato fatto per il consigliere regionale della destra Andrea Costa – abbiamo concordato con il presidente Barotti di incontrare, il 25 settembre prossimo, sindaco, associazioni e tutti i soggetti che fanno parte dell'Ente. Ribadiremo la nostra contrarietà alla proposta del consigliere regionale Costa di cancellare il Parco. Una posizione che non condividiamo minimante e che, a nostro avviso, danneggerebbe il territorio. Da sempre siamo grandi sostenitori del Parco di Montemarcello Magra-Vara e mostreremo ai presenti le nostri proposte per rilanciarlo e farlo vivere. Per questa ragione non abbiamo esitato a comunicare la nostra convinta adesione all'appello lanciato da Legambiente e dalle altre associazioni in difesa del territorio e del Parco. Saremo al loro fianco per ogni iniziativa utile alla Comunità.

I consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita e Juri Michelucci.

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information