Comunicati Stampa

Paita e Ferrando: "Approvata dal Consiglio regionale la Mozione del PD che rende operativa la legge nazionale sul Dopo di Noi"

Genova , 28 giugno 2017

dopo-di-noi-genitoriÈ stata approvata all'unanimità la mozione del Partito Democratico sulla legge sul "Dopo di noi" presentata questa mattina in Consiglio regionale dai consiglieri del Pd Valter Ferrando e Raffaella Paita. "Lo scorso giugno – ha sottolineato Ferrando – la Camera dei deputati ha dato il via libera alla legge sull'assistenza alle persone con disabilità gravi prive di sostegno familiare, più comunemente conosciuta come legge sul 'Dopo di noi'. Con la nostra mozione abbiamo chiesto alla Giunta di rendere subito operative le risorse stanziate dal ministero, che, per il 2016, ammontano, per la Liguria, a 2 milioni e 250 mila euro".

 

De Vincenzi: " la maggioranza in Regione boccia gli emendamenti chiesti dai Sindaci del Finalese alla legge sulla rete escursionistica"

"Ero riuscito a portare in Consiglio regionale alcuni emendamenti alla legge sulla Rete di fruizione escursionistica ligure raccogliendo una serie di proposte fatta dei sindaci del finalese. Ma la maggioranza di centrodestra ha deciso di bocciare quasi tutte queste istanze. Non si trattava di modifiche politiche alla norma proposta dal centrodestra, ma di una serie di interventi che avrebbero potuto migliorare sensibilmente la legge e renderla più concreta. D'altra parte tali proposte erano stata avanzate da sindaci di schieramenti diversi e, quindi, con il suo voto contrario, la maggioranza in Consiglio regionale ha fatto un danno soprattutto a quel territorio e a quelle amministrazioni. Una decisione ideologica e non nel merito, che punisce i cittadini. Poteva essere l'occasione per fare qualcosa di buono e concreto per il territorio. Invece si è preferito andare allo scontro".

Luigi De Vincenzi, consigliere regionale del Pd

Rossetti: "La Giunta accoglie la richiesta del PD di finanziare la lotta alla tratta "

Genova, 27 giugno 2017

detenutiLa maggioranza accoglie la mozione del Partito Democratico in cui si chiede di finanziare la lotta alla tratta e la Giunta regionale si impegna a trovare, nelle poste di bilancio, i fondi necessari a sostenete le associazioni che aiutano le vittime di questo fenomeno. Come Pd abbiamo chiesto con insistenza, visto l'azzeramento dei finanziamenti per l'anno 2016 a causa di un ritardo nell'invio della richiesta al governo da parte della Regione Liguria, che la Regione stessa tornasse sui propri passi almeno nel 2017, anche a fronte di un importante impegno economico messo in campo dall'Esecutivo. Oggi l'assessore Viale ha accolto la nostra richiesta, promettendo di sostenere l'attività di chi aiuta le donne a sfuggire al marciapiede. Si tratta spesso di persone molto giovani – a volte persino minorenni - che arrivano in Italia da altri Paesi europei. Chi porta queste ragazze sul nostro territorio gli sottrae e i documenti e le costringe a prostituirsi. Storie terribili di violenza e sopraffazione, che purtroppo sono ormai all'ordine del giorno. Aiutare chi lotta contro la tratta è un dovere per la Regione.

Pippo Rossetti, consigliere regionale del Pd

Paita:" Sconfitte nette a Genova e Spezia. Dobbiamo ricostruire una comunità solidale".

Genova 26 giugno 2017

In Liguria abbiamo subito una sconfitta netta, sia a Genova sia alla Spezia. Ma si tratta di due vicende molto diverse tra loro. A Genova abbiamo perso anche con unampia alleanza a sinistra; alla Spezia, invece, le divisioni e le candidature dentro il perimetro del centrosinistra hanno condizionato pesantemente l'esito del voto. Ricordo che i candidati provenienti dal mondo riferibile alla sinistra, al primo turno, erano 6. La volontà di far perdere il centrosinistra a Spezia è stato perseguita scientificamente e, da parte di qualcuno, in modo del tutto irresponsabile. Non è stata sufficiente neppure la decisione presa all'unanimità dagli organi di partito di favorire una ricomposizione unitaria attraverso la candidatura di Paolo Manfredini, preside e uomo delle istituzioni.
Ovunque è prevalso il cambiamento rispetto allo status quo. Anche a Chiavari, dove governava la coalizione di Toti e ha vinto comunque un candidato di destra, si è scelto il cambiamento per il cambiamento.

Paita e Michelucci:" Serve personale per la struttura complessa di assistenza psichiatrica e sert del distretto socio-sanitario 18"

genova, 22 giugno 2017

ASL5E' da giugno 2015 che la struttura complessa di assistenza psichiatrica e Sert del Distretto socio-sanitario 18 (La Spezia, Portovenere e Lerici) è senza primario. Nonostante l'Asl abbia ottenuto la deroga per ricoprire il posto vacante, non è stato ancora bandito alcun concorso. Si tratta di un servizio molto importante che include appunto il Sert, l'Alcologia, la Psichiatria territoriale, la cura delle ludopatie, i servizi di consulenza agli adolescenti e che ha complessivamente in carico circa 1600 pazienti. Inoltre sono andati in pensione due dirigenti psichiatri senza che siano stati sostituiti. Questa situazione di carenza di personale rischia di creare un preoccupante deficit di continuità assistenziale per patologie, quali quelle elencate appunto, che necessitano invece di una presa in carico costante e continuativa dei pazienti, onde evitare episodi di ricadute che genererebbero altri costi sociali da sostenere. Pertanto ci rivolgiamo a Regione e Asl affinché si attivino al più presto per trovare una soluzione adeguata al fine di mantenere invariate le caratteristiche di un servizio così importante per il territorio.

I consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita e Juri Michelucci.

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information