Il PD ligure si mobilita: "Fiaccolata per la legalità"

da Il Secolo XIX del 20 giugno 2010

GENOVA. La Liguria deve rispondere compatta all'aggressione della mafia, lasciando da parte bandiere e ideologie politiche per schierarsi al fianco di imprenditori e cittadini che, soprattutto nel Ponente, toccano quotidianamente con mano la presenza della criminalità organizzata.

Lo afferma il segretario regionale delPd, Lorenzo Basso, chiamando a raccolta tutte le forze sane della società civile.

«La crisi, che ha messo in ginocchio tante imprese, sta facilitando la penetrazione mafiosa e il riciclaggio di denaro sporco» sostiene Basso, facendo riferimento anche agli esiti delle indagini della magistratura. In questo clima, i democratici ritengono necessario «costruire un fronte comune per la legalità».

L'appello è rivolto innanzitutto alla Regione Liguria, alle Province e ai Comuni, «affinché si facciano promotori di una mobilitazione regionale popolare, civile e non violenta - spiega Basso - che si svolga il prima possibile nel ponente ligure».

L'idea è quella di una "fiaccolata per la legalità".

In Sicilia, in Calabria, in Campania, la parte sana della popolazione ha risposto più volte alla criminalità organizzata con iniziative di questo genere, dal forte valore simbolico. Per la Liguria, invece, sarebbe laprimavolta. Segno evidente che episodi come quello di Sanremo, cominciano a creare preoccupazione anche in quanti fino a ieri consideravano la nostra regione sostanzialmente al riparo dalle infiltrazioni mafiose. Non è così. Da venerdì scorso è ormai chiaro a tutti. Hanno trovato conferma i contenuti delle relazioni della commissione nazionale Antimafia. La Liguria è una "terra di conquista" per le mafie, in particolare per le 'ndrine che proprio nel Ponente ligure avrebbero trovato terreno fertile, infiltrandosi pericolosamente nel sistema economico.

Clicca qui per scaricare il pdf dell'articolo PD ligure - fiaccolata legalità - 20 giugno 2010



Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information