Andrea Orlando: "Difendendo i valori della democrazia sapremo essere all'altezza del coraggio di Guido Rossa"

Genova, 24 gennaio 2018

orlandoQuesta mattina all’Ilva di Genova ho partecipato alla commemorazione di Guido Rossa, operaio, sindacalista, militante del Partito Comunista, ucciso dalle Brigate Rosse. Quell’assassino, avvenuto 39 anni fa, si consumò in una situazione in cui il fronte contro il terrorismo era la naturale prosecuzione di quello che aveva lottato contro il nazifascismo e che aveva dato vita alla Costituzione repubblicana. Un esempio che vale anche oggi, in cui ci troviamo ad affrontare avversari e pericoli diversi, ma sempre minacciosi.
Nel nostro Paese, stiamo assistendo a episodi di cedimento, spesso con troppa accondiscendenza, della nostra comune umanità in nome della xenofobia e del fascismo. È una deriva che dobbiamo contrastare con ogni mezzo. Tutte le forze, indipendentemente dall’ispirazione e dal colore, devono saper fare fronte comune nella difesa delle conquiste democratiche, dei valori repubblicani, di una democrazia aperta, inclusiva e partecipata, in grado di saper guardare e difendere i diritti dei più deboli e dei lavoratori. È in questo modo che sapremo essere all’altezza della passione politica e del coraggio di Guido Rossa e dei tanti che, come lui, si sono schierati per la difesa dei valori fondanti della nostra comunità.

Andrea Orlando



Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information