Contro la violenza sulle donne, intervento di Raffaella Paita

paita_raffaella_3Giornate come il 25 novembre, contro ogni violenza sulle donne, possono essere l'occasione per compiere un esercizio. Solo per un attimo, cerchiamo di metterci nei panni di tutte quelle donne nel mondo, i cui diritti fondamentali sono ogni giorno violati, perché le donne sono ovunque nel mondo, seppur in forma differente, quelle che più vedono messa in discussione la libertà, i diritti e la propria dignità. Cerchiamo di immaginare quanto debba essere frustrante vivere una situazione del genere. Proviamoci, per un attimo, per capire quanto è importante difendere la nostra libertà e quanto sia preziosa la nostra dignità. È un esercizio necessario, oggi come tutti gli altri giorni. Perché nel mondo, in tutto il mondo, anche quello occidentale, assistiamo ad una escalation di violenza contro le donne. Una violenza che assume diversi volti. Alcuni più espliciti, altri meno, ma altrettanto pericolosi.

 

L'impoverimento culturale a cui è stata sottoposta l'Italia in questi anni trova la sua esatta misura proprio nel ruolo in cui si vogliono relegare le donne e l'immagine che si offre di esse.

Oggi in discussione non c'è più il ruolo marginale e limitato della donna in una società maschile e patriarcale. Oggi ad essere messa in discussione c'è la dignità delle donne e la loro mercificazione in un contesto culturale brutalizzato e volgare. E allora apriamo gli occhi al mondo e riflettiamo con sempre più tenacia e determinazione sulle sfide di libertà e di emancipazione che ancora ci attendono. Dalla forza delle donne il coraggio di cambiare.

Raffaella Paita, assessore regionale alle Infrastrutture



Tags: Raffaella Paita  

Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information