Alluvione: dal PD dell’Emilia Romagna una grande sottoscrizione per la Liguria

Alluvione 2011, la Liguria chiama, chiede aiuto. E l'Emilia Romagna risponde. E' di questi giorni l'iniziativa organizzata dal Partito Democratico emiliano per raccogliere fondi a sostegno delle popolazioni duramente colpite, in questo ultimo periodo, dalla furia delle acque. Le Cinque Terre prima e, a distanza di pochi giorni, la città di Genova hanno vissuto momenti drammatici e hanno visto intere porzioni del proprio territorio venire letteralmente sepolte dal fango e dai detriti. Una situazione di estrema difficoltà a cui, da subito, la macchina della solidarietà ha saputo dare risposte straordinarie. La solidarietà è arrivata da ogni parte d'Italia e continua a farsi sentire ancor oggi che l'onda mediatica dell'evento si è ritirata. A partire da questo fine settimana in diverse città della propria regione il PD Emilia Romagna ha organizzato cene di sottoscrizione il cui ricavato sarà devoluto alle popolazioni alluvionate della Liguria. Il Partito Democratico genovese, spezzino e ligure hanno accolto con grande riconoscenza l'iniziativa che testimonia un grande sentimento di vicinanza tra i due territori. Sono diversi gli esponenti del Partito Democratico ligure, tra amministratori, onorevoli e membri degli esecutivi, che interverranno alle cene organizzate in Emilia Romagna per raccontare agli amici emiliani quello che è accaduto, cosa è stato fatto e cosa resta ancora da fare nelle aree danneggiate.
"Abbiamo risposto positivamente all'appello lanciato da Lorenzo Basso e dai segretari di La Spezia e Genova, perché vogliamo dare un aiuto immediato a coloro che sono stati colpiti da questa tragedia - dichiara Stefano Bonaccini, segretario regionale PD Emilia-Romagna - per noi la parola solidarietà ha un valore quando si accompagna a gesti concreti".

venerdì, 25 novembre 2011



Questo sito usa i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile di navigazione. Continuando acconsenti all’utilizzo dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information